OK!Firenze

2024 al Lyceum: Un anno ricco di proposte culturali con uno sguardo su Firenze

Presentato il programma con la vice sindaca ed assessora alla cultura Alessia Bettini ed il presidente del Consiglio comunale Luca Milani

Abbonati subito
  • 44
Lyceum Lyceum © NN
Font +:
Stampa Commenta

La variegata attività culturale e il sostegno sempre più ampio delle socie e degli amici hanno dato una spinta importante al tradizionale cammino del Lyceum Club di Firenze e, per questo secondo anno dell’attuale presidenza, abbiamo voluto proporre un percorso di attenzione verso la città che ci ospita, percorso nel quale si avanza “generando il sentiero col passo”. “Il Lyceum Club Internazionale di Firenze ha creato una sinergia con tante altre associazioni culturali.

E questo rapporto che si è instaurato è molto bello. È l’arma vincente: mettendo insieme tutte le forze si possono realizzare progetti migliori. Il Lyceum si conferma una presenza culturale importante a Firenze. Una presenza che si rifà direttamente – ha spiegato il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – ai primi club che sono nati ai primi del ‘900 a Londra, a Parigi e nelle principali città europee.

Un club tutto al femminile, composto da donne capaci e determinate che hanno tante competenze in tanti campi diversi. Anche quest’anno il Lyceum offre una programmazione per Firenze importante. Ripeto sempre che c’è bisogno di cultura, c’è bisogno di condividere valori per l’umanità, c’è bisogno di stare insieme”.

“Un programma straordinariamente ricco di eventi, persone e umanità – ha detto la vicesindaca e assessora alla Cultura Alessia Bettini –, che conferma ancora una volta l’importanza del patrimonio di tempo e conoscenza che questa rete è in grado di mettere a disposizione della comunità da ben 117 anni. Un contributo davvero importante per vincere la sfida di tramandare ai giovani il valore del sapere e della cultura che Firenze rappresenta”.

Dal programma 2024 che prevede oltre 70 appuntamenti che spaziano dalla musica alle scienze, dalla letteratura alle attività sociali, dai rapporti internazionali all’arte mettiamo in evidenza l’inizio della collaborazione con la Fondazione Osservatorio Ximeniano che racchiude molte eccellenze della storia scientifico-culturale di Firenze e per la musica con l’Accademia Stauffer Cremona.

Da un’attività sempre più qualificata e multidisciplinare, emergono alcune iniziative di sicuro impegno anche grazie al coinvolgimento di istituzioni e partner di grande livello.

In ricordo dell’esposizione tenutasi al Lyceum nella primavera del 1910, dedichiamo la giornata del 3 marzo ad approfondire il tema Firenze 1910: l’Impressionismo al Lyceum, facendo dialogare alcuni specialisti con gli alunni del Liceo Classico Dante della nostra città. Gli studenti, affiancati dai loro insegnanti, proporranno interventi storico-letterari e musicali a seguito di un’attività di ricerca da loro svolta sulla Firenze di quegli anni apportando contributi assai originali.

A cento anni dalla scomparsa di Eleonora Duse, nel giorno del suo compleanno – 3 ottobre – il Lyceum Club ne celebrerà la pionieristica figura di donna libera e autonoma, inserita a pieno nel mondo culturale internazionale, in cui la nostra associazione trova una significativa fonte d’ispirazione. L’omaggio alla Duse prevede uno spettacolo a cura del regista Antonio Frazzi; in tale occasione un’iniziativa di fund-raising consentirà di raccogliere fondi per questo e per altri progetti del Club.

L’8 e 9 novembre sarà la volta de L’Egitto a Firenze. La quasi sconosciuta galleria neo-egizia di palazzo Adami Lami, sede del nostro Club, offre lo spunto per un approfondimento del fenomeno “egittomania” in Toscana. La galleria, magnifico esempio di decorazione con la raffigurazione dello zodiaco di Dendera e le immagini tratte da vari monumenti egizi, unita a raffinati arredi in stile, costituisce un unicum di cui fu artefice Giovan Lorenzo Adami Lami fra il 1804 e il 1806. Le due giornate, animate da studiosi di varie discipline che affrontano il tema dalle più diverse angolazioni, si concludono con la visita alla Galleria Adami-Lami e alla sezione egizia del Museo Archeologico di Firenze.

Inoltre sono in programma 7 visite guidate a Firenze e dintorni. Molte anche le “uscite” fuori Firenze: visita alla Fondazione Luigi Rovati a Milano, alla mostra Quirinale contemporaneo a Roma, e alla mostra Preraffaelliti. Rinascimento moderno a Forlì.

Una gita di 4 giorni in Istria sarà l’occasione per offrire alle Socie e agli Amici un momento culturale molto articolato e di convivialità.

Fra i tanti argomenti che il programma del Lyceum Club ha da sempre proposto alla città c’è sicuramente il cinema. Per l’anno 2024 presentiamo Il gioco delle arti, lettura cinematografica dell’uso di due elementi di costume: il ventaglio e il cappello (16 maggio). Cosa meglio di un ventaglio o di un cappello ci fanno intuire amore, attrazione, complicità oppure odio, paura, apprensione?

Lascia un commento
stai rispondendo a