OK!Firenze

Campi Bisenzio. Il nuovo gruppo civico Impegno vero fa campagna acquisti

Debora Conti, Annalisa Iannuucci e Stefania Signorini aderiscono al gruppo civico fondato da Paolo Gandola.

  • 34
Tre donne per Gandola Tre donne per Gandola © ufficio stampa
Font +:
Stampa Commenta

Sono tre donne le prime aderenti al nuovo movimento civico fondato a Campi Bisenzio da Paolo Gandola. 

“Aderiamo convintamente ad Impegno Vero e sosteniamo il movimento civico di Paolo Gandola in quanto gli riconosciamo capacità, competenza ed una grande tenacia. E’ lui che può davvero contendere la città al sistema di potere che sin qui ha amministrato Campi” – così dichiarano Debora Conti, Annalisa Iannucci e Stefania Signorini, comunicando la loro adesione al progetto di “Impegno vero per Campi”. 

Paolo Gandola – continuano Conti, Iannucci e Signorini -  da anni si spende per il nostro territorio in modo palese e senza tornaconti personali, per questo siamo e saremo con lui per ridare dignità a questa nostra città che amiamo e vogliamo vedere tornare ad essere un punto di riferimento positivo nella Piana Fiorentina. Quando qualche anno fa si parlava di Campi, i nostri amici ci guardavano con invidia ed ammirazione perché Campi era davvero un centro pieno di vita, vitalità e tante attrattive, oggi invece la percezione che gli altri cittadini residenti a Firenze o nell’area metropolitana hanno di Campi Bisenzio è pessima. La vedono una città pericolosa, non appetibile.

Noi siamo qui, con Paolo Gandola, per invertire questa rotta. Con progetti seri e concreti che nei prossimi giorni presenteremo alla città”.

“Noi non siamo interessate alle vicende politiche – aggiungono - ma al bene del nostro territorio, solo questo per noi conta e sappiamo che Paolo Gandola è sempre andato oltre alle singole appartenenze e quando c’era da aiutare lo ha fatto con tutti, senza chiedere tessere, appartenenze od altro”.

Debora Conti, campigiana, impiegata è appassionata di arte, cultura, fotografia e street-art.
“Lavorerò al fianco di ImpegnoVero con un unico obiettivo – ha detto -  quello di avere una città curata, decorosa, colorata e vivace nella quale nelle iniziative di rigenerazione urbana siano coinvolti gli stessi ragazzi delle scuole e mi adopererò per organizzare e promuovere un vero e proprio festival della street-art”.

Annalisa Iannucci, avvocato di lungo corso è iscritta nell’albo dei mediatori civili ed è sempre stata vicina al mondo civico; cinque anni fa aveva già sostenuto l’impegno di Maria Serena Quercioli nella lista “Liberi di Cambiare”.
“Oggi proseguendo il mio impegno civico per il territorio credo che le urgenze principali siano quelle della viabilità, della sicurezza e della scuola tre punti cardine del programma elettorale di Paolo Gandola e di ImpegnoVero, per questo sono in campo”.

Stefania Signorini, impiegata commerciale è da sempre vicina al mondo dell’associazionismo cattolico e territoriale. E’ impegnata nel mondo delle parrocchie, in particolare presso la Pieve di Santo Stefano a Campi, dove è anche catechista.
“I miei valori sono il servizio e l’ascolto due punti fondamentali nel mio modo di fare ed essere al servizio della comunità di Campi, valori che ho preso e cerco di coltivare dal mio Padre spirituale Don Giussani, fondatore di C.L”.

Lascia un commento
stai rispondendo a