OK!Firenze

Fiesole, cede parte del tetto della scuola di Borgunto. Pericolo sottovalutato?

Un cedimento circoscritto dichiarano i tecnici avviando l'immediata cantierizzazione. La sindaca Ravoni accusata di aver sottovalutato il problema replica.

  • 260
il vistoso cedimento sul tetto della scuola il vistoso cedimento sul tetto della scuola © comune di Fiesole
Font +:
Stampa Commenta

A seguito di alcuni cedimenti e lesioni riscontrate l'altra mattina sulla copertura dell’edificio scolastico della primaria Teodoro Stori di Borgunto, il comune di Fiesole ha avviato immediatamente le attività di verifica tecnica e l’esecuzione delle attività di prima messa in sicurezza, propedeutiche all’immediato avvio delle opere di ripristino della porzione di edificio interessato dal fenomeno, al fine del superamento della criticità avvenuta.

A tal fine si è dato avvio alla procedura per l’affidamento di un incarico ingegneristico a professionista qualificato sia per l’analisi tecniche-strutturali che per la progettazione e direzione delle opere.
Dalla lettura della Relazione Tecnica redatta dall’ingegnere incaricato in data 07/07/2022, si evince che al momento l’evento riguarda una porzione circoscritta del tetto e che per la restante parte non si riscontrano fenomeni similari.
Resta inteso che si ritiene opportuno, a scopo cautelativo, procedere ad un approfondimento delle condizioni della copertura anche per la parte non interessata dal fenomeno occorso.
Viste le risultanze della relazione allegata e in considerazione dell’avvio del cantiere, già operativo dalla data odierna, per l’esecuzione delle opere edili, l’Amministrazione ha ritenuto opportuno evitare ogni accesso alla struttura.

”Ringrazio i tecnici comunali per la prontezza con cui hanno affrontato il tema e anche
l’ingegnere incaricato per essersi messo immediatamente a disposizione per il sopralluogo
– dice il Sindaco Ravonie respingo con forza le accuse di inerzia e di sottovalutazione che in queste poche ore dall’accadimento ci sono state rivolte.
Sono stata personalmente presente nei locali della scuola insieme ai tecnici e alla ditta prontamente incaricata e, pur non interferendo assolutamente sul loro operato perché non ho le competenze necessarie, ci tengo a seguire personalmente le varie fasi dei lavori per l’importanza che hanno per tutta l’Amministrazione le scuole e, soprattutto, i loro utenti e, quindi, tutti i nostri bambini e ragazzi. Sono contenta delle rassicurazioni avute dall’ingegnere sull’agibilità dei locali al piano inferiore e soprattutto dei locali dell’asilo nido e confido che le ulteriori indagini possano confermare che i lavori da fare possano essere fatti in tempi brevi.
Lavoreremo in costante contatto con la Dirigenza Scolastica ognuno per il proprio ruolo e per le proprie competenze, ma con il fine comune che è quello della riapertura della scuola in sicurezza nei tempi più stretti possibile.”

Lascia un commento
stai rispondendo a