OK!Firenze

Natale 2023 tra luminarie, alberi addobbati, spettacoli di luci, la casetta e il trenino di Babbo Natale, la carrozza con i cavalli bianchi e tante attività

Tante le iniziative in città. Il 7 dicembre l’accensione degli abeti, l’8 comincia il festival Green Line.

  • 190
Piazza del Duomo Piazza del Duomo © Nicola Neri, per Muse
Font +:
Stampa Commenta

Luminarie record, alberi addobbati in tutti i quartieri, installazioni artistiche, musica e spettacoli oltre a laboratori a tema, una casetta di Babbo Natale dove consegnare le letterine con i propri desideri, una carrozza trainata da cavalli bianchi e un trenino guidato dagli elfi. Sono tante le iniziative che la città di Firenze ha organizzato per il periodo delle festività natalizie. 

Si parte il 7 dicembre, con le classiche accensioni degli alberi di Natale: oltre al Duomo e al piazzale Michelangelo quest’anno un abete è anche stato posizionato in piazza della Signoria. 

L’8 dicembre al via il festival Green Line, che accenderà di luci e installazioni artistiche nel centro della città e non solo. In programma anche una speciale installazione dal titolo Oltre, firmata da Nico Vascellari, nella Sala D’Arme di Palazzo Vecchio.

Il Natale 2023 sarà un Natale molto bello, ora che ci siamo definitivamente lasciati alle spalle i sacrifici legati al Covid - ha detto il sindaco Dario Nardella -: avremo tante luminarie in più anche in periferia perché il Natale si possa sentire in ogni angolo di Firenze, tornerà il Festival delle luci Green Line, e recupereremo le nostre tradizioni come per esempio l’accensione degli alberi in piazza. Mi auguro che per tutti sia un Natale di amore e affetti nel quale rafforzeremo le nostre relazioni in famiglia e con gli amici. Personalmente sarà un Natale di gratitudine e di bilanci di questi 10 anni da sindaco, sarà un Natale senza dubbio di grandi emozioni”.

Diamo il via al programma di un Natale diffuso, con eventi che diventano ogni anno più numerosi - ha detto la vicesindaca e assessora alla Cultura Alessia Bettini -, in linea con il concetto di cultura capillare e di prossimità. Un calendario di iniziative che arriva dopo un Autunno fiorentino che ha visto oltre 200 eventi gratuiti in tutti i quartieri della città e un’offerta davvero multidisciplinare, e dopo un’Estate fiorentina che ha registrato numeri record. Un percorso che oggi ci porta a presentare un Natale di condivisione e vicinanza, che si rifà anche al tema del ‘giardino neoplatonico’, dell’attenzione alla natura, all’armonia e ai valori del Natale”.

Si rinnova l’appuntamento con Green Line, festival delle luci che vuole arricchire d’emozioni lo spazio pubblico fiorentino in occasione delle festività natalizie – ha detto il direttore del Museo Novecento Sergio Risaliti –  Anche per questa edizione abbiamo voluto aggiungere alla gioiosa manifestazione degli allestimenti video e luminosi, consoni alla festa e al desiderio di serenità, qualche elemento di riflessione in linea con il concept generale di Green Line, che già nel titolo sposta l’attenzione sui temi quanto mai urgenti delle emergenze climatiche ambientali e geopolitiche, che rappresentano la nostra sfida futura per un vero Rinascimento. L'installazione su Palazzo Vecchio esalterà con un gioco pop-psichedelico una serie di parole valoriali che rappresentano i punti fermi e di forza della nostra civiltà, della democrazia e della convivenza nelle città e tra i popoli, senza le quali le relazioni umane possono ad ogni stagione trasformarsi in conflittiLa proiezione su Ponte Vecchio invece magnificherà la ricchezza variopinta, le metamorfosi naturali, l’esuberanza ibrida e mutante del mondo floreale. Un omaggio, non troppo celato, a Firenze e al suo DNA Rinascimentale legato da sempre a Flora, fin dalle origini romane come ci ricorda il nome Florentia.  Senza tralasciare l’allestimento di luci a Palazzo Medici Riccardi, che partecipa a questo spirito Rinascimentale con l’intallazione luminosa del giardino della prima casa dei Medici”. 

Alberi di Natale 
Il 7 dicembre sarà la giornata di accensione degli alberi di Natale in città. Si parte alle 17.30 da piazza della Signoria alla presenza del sindaco e della Compagnia di Babbo Natale. Si prosegue alle 18 con l’accensione dell’abete al Duomo col sindaco, il Gonfalone di Firenze, il Light Gospel Choir, il Corteo storico della Repubblica fiorentina, la Compagnia di Babbo Natale e la Val di Fassa Dolomites. L'albero di piazzale Michelangelo si accenderà alle 19.30 (presente anche Coldiretti) e si finisce a San Firenze alle 20.30 con Andrea Bocelli Foundation, Fondazione Zeffirelli e Palazzo Gondi.
Tutti i quartieri inoltre saranno addobbati con alberi: da piazza Pitti a San Jacopino, da piazza Puccini a piazza Indipendenza, da San Salvi al Varlungo, da piazza Bartali a Rovezzano, da piazza Gaber a Pier Vettori, dal Giardino del Lippi a piazza della Vittoria, da piazza Giorgini a piazza Leopoldo, per un totale di poco meno di 60 abeti.

Green Line 2023
“Giardino d’Inverno”
, è questo il titolo dell’edizione 2023 di Green Line, festival fiorentino promosso dal Comune di Firenze con il sostegno del Ministero del Turismo, di Città Metropolitana di Firenze e di Iniziative Toscane e la direzione artistica di Sergio Risaliti, in programma dall’8 dicembre 2023 al 7 gennaio 2024. Il festival, organizzato da MUS.E, animerà la città di Firenze, dal centro alla periferia con installazioni nei quartieri, videoproiezioni sul Ponte Vecchio e in piazza della Signoria e una speciale installazione, firmata da Nico Vascellari, all’interno della Sala D’Arme.

L’edizione 2023 di Green Line sarà un canto alla terra, un invito a rivolgere il proprio sguardo, la propria attenzione e cura al pianeta, giardino ospitale e casa comune. Firenze è in prima linea sui temi ambientali e sulla trasformazione della città in una città verde. Nella sua storia, la culla del Rinascimento è stata anche immaginata come giardino neoplatonico, dove potesse dominare l’armonia tra natura e cultura, tra creature viventi e celesti, tra terra e cosmo. Oggi è un altro rapporto quello che dobbiamo costruire con la natura, in una connessione sempre maggiore tra esseri viventi e questi “giardini speciali” proiettati nei due luoghi simbolo della fiorentinità, Palazzo Vecchio e Ponte Vecchio, vogliono lanciare un messaggio forte a chiunque si troverà a passeggiare nel centro storico fiorentino.

Installazione centrale di Green Line è ancora una volta il video-mapping sul Ponte Vecchio, che incanterà cittadini e visitatori della città nel periodo natalizio. Le molteplicità di forme, volumi, colori e superfici del ponte tra i più conosciuti al mondo, saranno la tela su cui stendere le tematiche di questa edizione, tradotte nelle suggestioni visive e sonore del concept artistico affidato a Stefano Fake & The Fake Factory a cura di Sergio Risaliti. Anche per l’edizione 2023 il Festival si pone inoltre l’obiettivo di affrontare la grande sfida artistica e tecnologica di realizzare un video proiezione sulla facciata di Palazzo Vecchio grazie al lavoro HELLO! a cura di Alessandra Ioalè realizzato da Francesco Cacchiani. Palazzo Medici Riccardi le luci di Green Line coloreranno il Giardino Mediceo: gli aranci, le statue e la Limonaia del palazzo prenderanno vita grazie ad una originale illuminazione, che evocherà i toni degli agrumi così cari alla tradizione medicea, frutti celebrati nell’arte e nelle decorazioni rinascimentali. Nello stesso luogo sarà possibile ammirare uno speciale Albero di Natale, addobbato con suggestive fioriture grazie alla collaborazione creativa del Liceo Artistico Leon Battista Alberti.

Fiore all’occhiello di questa edizione del festival è OLTRE, uno degli eventi conclusivi di MELMA, il grande progetto della durata di un anno pensato da Nico Vascellari per la città di Firenze, inaugurato a giugno con la mostra al Forte Belvedere e proseguito con la performance Alessio nel Salone dei Cinquecento. In continuità con il progetto ALESSIO, sarà possibile ammirare l’opera di Vascellari all’interno di Sala d’Arme per tutto il periodo di Green Line.

In linea con le edizioni passate, Green Line porterà inoltre in dote alla città le illuminazioni speciali e permanenti delle torri (compresa la Torre della Zecca, recentemente restaurata), delle antiche porte ed altri luoghi significativi della città. Queste illuminazioni speciali saranno a cura di Firenze Smart, grazie alla quale verranno inaugurate le illuminazioni sulla facciata della Chiesa di San Marco e sul monumento al centro piazza e nel loggiato di San Paolo dei Convalescenti.

Ma Green Line non si limiterà al centro storico di Firenze andando ad accendere per tutto il periodo delle festività anche gli altri quattro quartieri fiorentini: nel Quartiere 2  previste luminarie in piazza delle Cure e Piazza Savonarola, nel Quartiere 3 saranno protagoniste Piazza Elia dalla Costa a Gavinana e piazza Acciaiuoli al Galluzzo. E ancora nel Quartiere 4 tornerà l’albero col tunnel luminoso in piazza dell’Isolotto e le luci in piazza Pompeo batoni. Infine, nel Quartiere 5 comparirà una composizione di sfere in Piazza Dalmazia, oltre ad un’illuminazione nel Parco di San Donato.  Illuminate anche Via Tornabuoni, le facciate del maxi store La Rinascente, il Mercato Centrale in San Lorenzo e i centri commerciali naturali di Firenze.  

La casetta di Babbo Natale, il trenino la carrozza, concerti e laboratori nei musei
Grande attesa anche per le attività speciali di mediazione organizzate nei musei cittadini e in città e firmate MUS.E, fra cui quest’anno arrivano tante sorprese riservate alle famiglie con bambini. A Palazzo Vecchio sarà allestita la Casetta di Babbo Natale, all’interno della quale i bambini saranno invitati a scrivere e “imbucare” in una apposita cassetta postale le letterine con i loro desideri (dal 7 al 24 dicembre, nel teatrino all’interno del Cortile della Dogana) che verranno spedite a Rovaniemi in Finlandia, presso il “quartier generale” di Babbo Natale. Prima di essere spedite però cinque letterine verranno estratte a sorte e i fortunati vinceranno un ingresso ad uno dei laboratori di MUS.E. E sarà proprio Babbo Natale ad accogliere i bambini che passeranno dalla casetta nei fine settimana del 9 e 10, 16 e 17 e 23 e 24 dicembre dalle 14:30 alle 18:30.

Tra le novità di quest’anno anche Passeggiando in Carrozza, che offrirà ai bambini dai 3 ai 10 anni (accompagnati da un adulto) la possibilità di attraversare il centro storico di Firenze a bordo di una carrozza trainata da due splendidi cavalli bianchi (in programma l’8, 9 ,10, 16, 17, 23, 24, 30 dicembre, il 6 e 7 gennaio dalle 15 alle 18, ogni 30 minuti). Il percorso prenderà avvio dal cuore della città, piazza  della Repubblica, per attraversare poi le vie del centro cittadino scoprendone la storia e ammirandone le principali architetture, con un'attenzione speciale ai musei cittadini. Torna poi, al Parco delle Cascine, il Trenino nel parco: i bambini dai 3 ai 10 anni potranno vivere un’esperienza unica, saranno infatti coinvolti, a bordo di uno speciale trenino (che partirà dall’inizio di viale Abramo Lincoln), in un percorso a tappe alla scoperta di questa importante oasi verde della città, che vanta una storia plurisecolare e cela curiosità appassionanti: al termine dell’itinerario, il premio per tutti sarà nientedimeno che… l’incontro con Babbo Natale nell’omonimo Villaggio in piazzale Vittorio Veneto (in programma l’8, 9 ,10, 16, 23, 30 dicembre, il 6 e 7 gennaio, dalle 15 alle 18; il 16 e il 23 dicembre anche dalle 10 alle 13. Durata ca. 50 minuti).

Atmosfera natalizia anche nei musei civici, dove prenderà vita un’edizione speciale di Musica nei Musei: a Palazzo Vecchio già il 7 dicembre e poi nei giorni 8, 23, 26, 30 dicembre e il 6 gennaio dalle 16 alle 18 in cortile risuonerà la magia di un concerto per pianoforte (gratuito senza prenotazione grazie alla presenza di Gianfilippo Boni e Marilena Catapano (7, 8 e 26 dicembre), di Aurora Bosco, Flavia Fagorzi, Marta Rossetti Snaidero, Veronica Tribbioli (23 dicembre), per chiudere con Flavia Fagorzi ed Emanuele Lupo (6 gennaio). Nel Complesso di Santa Maria Novella, presso il Chiostro verde, il 9 e 16 dicembre alle 11.30 sono invece previsti due suggestivi interventi musicali: il 9 si esibiranno Giuseppe De Nitto e Péter Kiss (fisarmoniche), mentre il 16 Anna Bodnar (fisarmonica) e Andrea Sernesi (violoncello): prenotazione tramite call center, il concerto è gratuito per chi ha acquistato il biglietto di ingresso al museo. Ancora, al Museo Stefano Bardini, il 10 e il 17 dicembre alle 11:30 suonerà invece l’Orchestra da Camera Fiorentina con due programmi d’eccezione (prenotazione tramite call center. Concerto gratuito per chi ha acquistato il biglietto di ingresso al museo).

Tornano nei musei civici anche le visite guidate e i laboratori a tema natalizio, da Corte in Festa (tutti i giorni dal 26 dicembre al 7 gennaio, tutti i giorni alle 11 e venerdì, sabato e domenica anche alle 16.45) e Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato (il 26 e 29 dicembre, il 2 e 5 gennaio alle 15.15) fino a Danze a Corte, a Palazzo Medici Riccardi, nella Galleria degli Specchi, il 30 dicembre alle 15 e alle 16.30 e a Palazzo Vecchio il 5 gennaio alle h15 e alle h16.30 nel Salone dei Cinquecento.

Tornano anche i richiestissimi Percorsi a lume di torcia: per piccoli e grandi sarà possibile esplorare i musei cittadini in un’atmosfera speciale e conoscerne le meraviglie grazie alla luce, che regalerà alla vista i capolavori del Museo Stefano Bardini (8 e 29 dicembre h19 e h21), a Santa Maria Novella (15 e 29 dicembre h17.30 e h19) a Palazzo Medici Riccardi (22 dicembre e 5 gennaio alle ore 19 e alle 21).

Il 18 dicembre, inoltre, tornerà in scena nel Salone dei Cinquecento il grande evento di living history Illustrissimo Signor Duca, dedicato alla figura di Cosimo I de’ Medici, che permetterà per una sera di immergersi nelle atmosfere di metà Cinquecento (prenotazione tramite call center).

Inoltre, in occasione delle festività natalizie i Musei Civici Fiorentini e MUS.E, in collaborazione con la Regione Toscana e con Unicoop Firenze, propongono alle famiglie con bambini dai 6 ai 10 anni un'occasione per trascorrere le giornate di vacanza scolastica in modo piacevole e fruttuoso: nelle giornate del 27, del 28 e del 29 dicembre sarà infatti possibile prendere parte a un breve Winter camp presso il Museo Novecento, che permetterà di sviluppare nuove conoscenze sull'arte e nello stesso tempo di allenarsi con la lingua inglese. Sempre al Museo Novecento, durante le feste natalizie sarà possibile prendere parte a due laboratori artistici sul linguaggio della fotografia (27 dicembre e 6 gennaio h16.30, per i bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni, prenotazione tramite call center), che permetteranno di avvicinarsi agli elementi principali della tecnica e all’elaborazione di un singolo scatto, lavorando soprattutto sulla qualità dello sguardo e portando via con sé la stampa della propria fotografia.
Per maggiori informazioni su tutte le iniziative sopra descritte: www.musefirenze.it
Prenotazioni per le attività nei musei civici all’indirizzo [email protected] e [email protected] per le attività a Palazzo Medici Riccardi.

Luminarie
Crescono le luminarie in città e arrivano fino alle periferie: quest’anno infatti è stato scelto di diffondere ulteriormente i tradizionali addobbi agli alberi cittadini. Sui viali di circonvallazione saranno addobbati 148 alberi e 115 lampioni, mentre in periferia ci saranno 39 alberi e 310 lampioni illuminati. Il costo totale è di oltre 400 mila euro. Il colore scelto è il bianco: bianco freddo per le chiome e bianco caldo per i fusti dei lampioni.

Iniziative natalizie
Tra le varie iniziative natalizie in città, si ricorda il Florence Ice Village in piazza Vittorio Veneto alle Cascine con ruota panoramica di 55 metri di altezza, pista di pattinaggio sul ghiaccio e mercatino (dall’8 dicembre al 15 gennaio); il 17 dicembre alle 11.30 Babbo Natale con gli Elfi si caleranno dalla Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio per fare gli auguri alla città; la Befana scenderà invece da piazza della Repubblica il 6 gennaio (ore 11.30) in collaborazione con Confcommercio, Edilizia Acrobatica, Rinascente e JT&T. Il 20 dicembre sarà invece il sindaco a fare gli auguri a Firenze nella tradizionale cerimonia in Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio (ore 18).

 

Lascia un commento
stai rispondendo a