OK!Firenze

Scuola Giotto. Mancano custodi e la sicurezza dei bambini è a rischio

Dopo solo un giorno di scuola emergono i problemi in uno dei plessi più grandi della città.

  • 280
La manifestazione odierna La manifestazione odierna © Ok!News24
Font +:
Stampa Commenta

Un solo giorno dopo il suono della prima campanella dell'anno scolastico 2022/2023 c'è chi è già costretto, suo malgrado, a far sentire forte la propria voce sotto l'ufficio scolastico provinciale di via Mannelli.

In strada personale Ata e insegnanti della scuola Giotto, uno dei plessi più grandi della città, dove la sicurezza dei bambini è messa a rischio dalla carenza cronica, ma quest'anno ancora più evidente, del personale Ata.
 

"Siamo solo in due per quattro piani" ci viene detto sottovoce da una delle (poche) custodi presenti "dobbiamo decidere ogni giorno se pulire o dare una mano agli insegnanti. Poi non possiamo certo dividerci in due per quattro piani in una scuola dove dovremmo essere almeno in12"

Una situazione al limite che mette a serio rischio l'apertura della scuola a causa della mancanza di scurezza. Chi ne fa le spese sono soprattutto i più piccoli come ci racconta la maestra Spadafora della scuola per l'infanzia.

"Ogni volta che un bimbo ci chiede di andare in bagno dobbiamo stare con un piede in classe e uno nel corridoio per tenere sott'occhio il piccolo e gli altri 24/25 che abbiamo in classe."

Bimbi dai 3 ai 5 anni senza sorveglianza con un bidello per 130 bambini! Ci torna in mente la tragedia di un po' di tempo fa di Pavia quando un bimbo precipitò per le scale morendo e non vorremmo mai più trovarci davanti a queste tragedie.

Alla scuola Giotto c'è un problema molto importante, ma ciò che ci ha colpito davanti alla manifestazione di oggi è stata la scarsa partecipazione del corpo docente e l'assenza della rappresentanza dei genitori.

Forse sottovalutano la gravità della situazione?






 

Lascia un commento
stai rispondendo a