OK!Firenze

Sollicciano, trasferimenti dopo la rivolta

Secondo il rapporto Antigone, al 31 marzo 2024 il tasso di affollamento ufficiale era del 119,3%, con in testa la Puglia (152,1%)...

  • 30
carcere di Sollicciano carcere di Sollicciano © OkNews24
Font +:
Stampa Commenta

Dopo la protesta violenta di giovedì sera a seguito della morte di un giovane detenuto con sezioni allagate e materassi e arredi in fiamme, sono in programma nei prossimi giorni i primi trasferimenti dal carcere di Sollicciano.
Secondo quanto riferisce il quotidiano  ‘La Nazione’ una sessantina di detenuti sarebbero destinati ad altri penitenziari, anche se la soluzione non si prospetta semplice perché la coperta è drammaticamente corta, visto il sovraffollamento delle strutture italiane. 

Secondo il rapporto Antigone, al 31 marzo 2024 il tasso di affollamento ufficiale era del 119,3%, con in testa la Puglia (152,1%), seguita da Lombardia (143,9%) e Veneto (134,4%), 99,9% per la Toscana con Sollicciano però superiore alla media. 
A livello di singoli istituti i più affollati erano Brescia Canton Monbello (209,3%), Lodi (200%), Foggia (195,6%), Taranto (184,8%), Roma Regina Coeli (181,8%), Varese (179,2%), Udine (179%).

Tuttavia, come spiega l’associazione nel rapporto, i calcoli sono fatti utilizzando la capienza ufficiale del sistema penitenziario, “ma in ogni momento diverse migliaia di posti non sono disponibili a causa di manutenzioni o ristrutturazioni”.

Per quanto riguarda la Toscana, dati aggiornati invece al 31 dicembre 2023, su 16 strutture, sei erano sovraffollate: oltre a Sollicciano (542 su una capienza di 502), San Gimignano, Massa, Grosseto, Pistoia e Siena.

 

 

 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a