OK!Firenze

Festa della Toscana a Fiesole. Un impegno per la pace, la libertà e i diritti umani

I bambini della Primaria di Pian del Mugnone ospiti al Consiglio comunale, hanno ricevuto copia della Dichiarazione dei diritti umani con la prefazione di Lilia

Abbonati subito
  • 27
Uno scatto dell'evento Uno scatto dell'evento © Ufficio stampa - comune di Fiesole
Font +:
Stampa Commenta

Fiesole, 02 dicembre 2023 - In occasione della Festa della Toscana, che celebra l'importante abolizione della pena di morte e della tortura avvenuta nel 1786 per opera del Granduca Pietro Leopoldo, il Consiglio comunale di Fiesole ha avviato i suoi lavori con un toccante momento dedicato ai bambini della scuola primaria. Quest'anno, la festa è dedicata alla lotta contro le diseguaglianze, in coincidenza con il centenario dalla nascita di Don Milani.

Quattordici bambini, rappresentanti del Consiglio dei bambini delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria Luigi Casini di Pian del Mugnone, hanno preso parte alla seduta consiliare. L'Amministrazione ha voluto omaggiarli donando loro una copia della "Dichiarazione universale dei diritti umani", con una prefazione speciale della Senatrice a vita Liliana Segre. Queste copie saranno successivamente distribuite anche agli altri bambini delle scuole fiesolane.

Nel corso della cerimonia, il Consiglio comunale ha approvato un Ordine del Giorno, presentato dal gruppo Cittadini per Fiesole, che impegna il Comune a promuovere i valori fondamentali della Pace, della Libertà e del rispetto dei Diritti Umani. Tale impegno è rivolto soprattutto ai giovani, affinché diventino portatori di tali principi. L'iniziativa prevede una collaborazione con l'Istituto Comprensivo di Fiesole.

Per tutta la serata del 30 novembre, la Loggia del Palazzo Comunale sarà illuminata con i colori della Regione Toscana, bianco e rosso, simbolo di unità e appartenenza.

Lascia un commento
stai rispondendo a