OK!Firenze

Vandalismo all'istituto Buontalenti di Firenze. Danneggiati i nuovi laboratori di cucina

Il sindaco Nardella: "sono senza parole"

Abbonati subito
  • 20
La scuola La scuola © OkNews24
Font +:
Stampa Commenta

Sono considerevoli i danni riportati dall'istituto professionale fiorentino Buontalenti. Ad essere state presi d'assalto sono stati i nuovi laboratori di cucina.

Mentre sono in corso gli accertamenti su quanto è accaduto, la Città Metropolitana di Firenze e l'istituto comunicano che il Buontalenti di via dei Bruni ha sospeso le lezioni nei locali danneggiati: sala e cucina.

In questi spazi le pareti e pavimenti sono stati imbrattati con sostanze occorrenti alle esercitazioni.
Sul posto i tecnici inviati dalla Metrocittà, i vigili del fuoco e gli inquirenti. "Quello che è accaduto al Buontalenti questa notte ci lascia senza parole.

Qualunque forma di vandalizzazione di una scuola va sempre condannata. Ci auguriamo che i responsabili siano trovati presto e assicurati alla giustizia. Ma siamo anche addolorati nel vedere questi episodi , perchè sappiamo purtroppo che la condanna non basta - dichiara il Sindaco della Città Metropolitana Dario Nardella - I danni sono il frutto amaro di un'emergenza educativa che richiede risposte che la scuola, che è fondamentale, da sola non può dare.

Entriamo in campo tutti. C'è un 'noi' più profondo da ricostruire, insieme alle famiglie, ai tessuti di quartiere, alle Istituzioni e alle agenzie aggregative ed educative. I giovani sono il nostro futuro e non possiamo perdere nessuno: la disgregazione, su cui incidono non poco gli strumenti digitali, va combattuta in ogni sua forma".

"Condivido lo sdegno della dirigente Cellai, sempre attenta e vicina ai suoi studenti. Dare uno scopo agli allievi ma anche punire i responsabili dei danni"
Gli atti di vandalismo e saccheggio accaduti all'Istituto Buontalenti "sono di una gravità inaudita, ancor più se si pensa che fra gli autori ci possono essere proprio studenti della scuola stessa", dichiara Cecilia Cappelletti, consigliera metropolitana della Lega nel gruppo Centrodestra per il cambiamento.
Oltre ai danni economici per una struttura da poco realizzata ed all'avanguardia, come la cucina, ai furti e ai saccheggi, "ciò che più amareggia è il gesto di profonda inciviltà di questi ragazzi e sono partecipe allo sdegno della Preside Cellai, dirigente sempre così attenta e vicina ai suoi studenti, alla quale esprimo tutta la mia solidarietà. Famiglie, scuole, istituzioni tutte, devono sì interrogarsi su cosa possono fare per aiutare i ragazzi ad avere uno scopo nella scuola come nella vita, ma è giusto anche che, una volta che saranno accertati i responsabili, gli stessi abbiano la punizione che meritano, perché questi fatti non devono accadere".

 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a