OK!Firenze

Visite guidate e un concerto a Santa Maria Nuova per la giornata nazionale degli Ospedali storici italiani

L’appuntamento il 9 ottobre. Il presidente della Fondazione Landini: “Vogliamo valorizzare un patrimonio storico-artistico ancora.

  • 52
IL matroneo dell'ospedale di Santa Maria Nuova IL matroneo dell'ospedale di Santa Maria Nuova © ufficio stampa
Font +:
Stampa Commenta

"Vogliamo valorizzare un patrimonio storico-artistico ancora troppo poco conosciuto”.
A dirlo è Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova, presentando la Prima Giornata Nazionale Ospedali Storici Italiani in programma il 9 ottobre.

In Toscana l’iniziativa prevede visite guidate gratuite al percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova e a San Salvi, l’apertura eccezionale di due luoghi solitamente non visitabili: l’ex Ospedale “Misericordia e Dolce” di Prato e l’Oratorio di Sant’Antonio Abate a Pescia.

Santa Maria Nuova previsti anche due eventi, il 9 ottobre: alle 11 il concerto dell’Accademia nazionale Santa Cecilia presso la Chiesa di S. Egidio all’interno dell’Ospedale di Santa Maria Nuova: il tema ispiratore sarà il viaggio di Mozart in Italia compiuto nell’adolescenza con suo padre; alle 12, nella sala Bufalini di Santa Maria Nuova, il presidente della Fondazione Landini presenterà la prima edizione del volume “Lo splendore della cura. Viaggio negli Ospedali Storici italiani” e il Primo Calendario degli Ospedali Storici Italiani 2023.
Tutti coloro che parteciperanno alla presentazione riceveranno in omaggio il “Calendario degli ospedali Storici Italiani 2023”.

La Giornata nazionale dedicata agli ospedali storici italiani è organizzata da Acosi– Associazione Culturale Ospedali Storici Italiani insieme alle varie realtà che, come la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, valorizzano questo patrimonio storico-artistico organizzando in tutta Italia visite guidate gratuite.

Acosi, associazione culturale senza scopo di lucro, è nata nel 2019 grazie alla collaborazione di Aziende Sanitarie ed Ospedaliere, Ircss, enti di assistenza ed associazioni mutualistiche italiane con lo scopo di conservare, valorizzare e promuovere i loro patrimoni artistici, storici, culturali ed architettonici.

“Apriamo le porte per offrire ai cittadini degli itinerari riservati di visita guidata, per conoscere un patrimonio di immenso valore di cura e cultura che unisce l’Italia - sottolinea Giancarlo Landini - Quella degli ospedali storici è una tradizione di accoglienza e di cura che oggi si lega anche a una riscoperta del loro inestimabile valore artistico e culturale. La bellezza che cura non è uno slogan. In Italia, ed in Toscana, esistono numerosi ospedali “gioiello” che offrono ai cittadini assistenza sanitaria, ma che hanno anche accumulato nel corso dei secoli un patrimonio artistico e architettonico degno di un museo”.

Questi i turni delle visite guidate disponibili in quattro luoghi della sanità toscana:
Percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, Firenze
ore 10.00 / 11.00 / 12.00 / 15.00 / 16.00
15 partecipanti per turno
Durata 45 minuti

Parco dell’ex Ospedale Psichiatrico di San Salvi, Firenze
in collaborazione con la compagnia teatrale Chille De La Balanza
ore 10.00 / 16.00
partecipanti per turno
durata 90 minuti

Ex Ospedale “Misericordia e Dolce”, Prato
ore 10.00 / 11.00 / 15.00 / 16.00
15 partecipanti per turno
durata 45 minuti

Oratorio di Sant’Antonio Abate, Pescia
ore 10.00 / 11.00 / 15.00 / 16.00
15 partecipanti per turno
durata 45 minuti

Per partecipare a tutti gli eventi è necessario prenotare entro venerdì 7 Ottobre all’indirizzo e-mail [email protected], specificando numero e nominativo dei partecipanti, almeno un recapito telefonico ed il turno di preferenza. Ricordiamo che nei presidi ospedalieri, è obbligatorio indossare la mascherina FFP2 ed essere in possesso del Green Pass.

Lascia un commento
stai rispondendo a