E' testa a testa fra Giani e Ceccardi. Trema la Toscana rossa

Sondaggi choc per le regionali 2020. Giani e tallonato di mezzopunto da Ceccardi. Decisive le ultime settimane di campagna elettorale

Politica
visibility104 - mercoledì 02 settembre 2020
di Nadia Fondelli
Più informazioni su
Testa a testa Giani - Ceccardi
Testa a testa Giani - Ceccardi © n.c.

La campagna elettorale delle regionali 2020 entra nel vivo e i contendenti affilano le armi nell'ultima settimana in cui è possibile rendere pubblici sondaggi.

E' il sondaggio Winpoll-Cise pubblicato ieri dal 'Sole 24 Ore' a far passare notti insonni al candidato governatore Eugenio Giani e a tutto il centrosinistra toscano che dopo 50 anni di "regno" assiste alla baldanzosa salita del centrodestra capitanato dalla zarina di Cascina Susanna Ceccardi.

Giani al 43% e Ceccardi al 42.5% dice il sondaggio con un 8,3% della grillina Galletti che a un eventuale ballottaggio potrebbe diventare l'ago della bilancia.
La Toscana potrebbe essere per il centrosinistra la Waterloo che non c'è stata in Emilia Romagna?

Confrontando le due regioni c'è da dire che anche se sono passati pochi mesi tanto è cambiato e tanto è diverso. Innanzitutto a fine gennaio (data del voto in Emilia Romagna) il coronavirus sembrava ancora un problema lontanissimo rilegato alla città cinese di Whuan e questo oggi con la crisi economica post lockdown avrà il suo valore. C'è poi il peso delle sardine che in Emilia Romagna è stato molto forte ma in Toscana è pari a zero, poi ultimo il ruolo dei due candidati governatori molto diversi: Bonaccini uomo nuovo della sinistra era un (buon) governatore uscente in cerca di conferma mentre Eugenio Giani è un navigato esponente del centro sinistra ottima figura istituzionale che però per la prima volta si misura con le urne.

La partita è quindi aperta più che mai e ora ci aspettano quindici giorni serrati.

Lascia il tuo commento
commenti