Decine di sacchi pieni di vetro e plastica nei boschi di San Casciano raccolti dai volontari

Bottino grosso di rifiuti abbandonati. Il Comune di San Casciano ha aderito all’iniziativa di respiro nazionale Puliamo il mondo, promossa da Legambiente.

Ambiente
visibility8 - martedì 06 ottobre 2020
di Redazione
Più informazioni su
Il bottino di rifiuti raccolti dai volontari nei boschi di San Casciano
Il bottino di rifiuti raccolti dai volontari nei boschi di San Casciano © Met

Molti i giovani coinvolti nella giornata di pulizia straordinaria organizzata dall’assessora all’Ambiente Consuelo Cavallini in collaborazione con il Circolo Legambiente Chianti fiorentino.

Una mattinata di plogging che ha coinvolto i sancascianesi che hanno mantenuto l’impegno di rendere il luogo in cui vivono un posto migliore.
Una ventina i sacchi di spazzatura riempiti dai volontari che hanno aderito all’iniziativa “Puliamo il mondo”, messa in campo tra le piazze e i giardini pubblici e nelle aree di campagna di Mercatale Val di Pesa.

I cittadini hanno passato al setaccio e ripulito dai rifiuti, prevalentemente oggetti e materiali di piccole e medie dimensioni in vetro e plastica, il bosco della Biscondola, via Luiano, il campo sportivo e le piazze di Mercatale, piazza Tellini, piazza Vittorio Veneto, piazza del Popolo.

L'iniziativa con la quale il Comune ha aderito alla campagna nazionale, promossa da Legambiente, è stata partecipata da un gruppo di residenti tra cui molti giovani con l'obiettivo di sensibilizzare la comunità sull'importanza della responsabilità collettiva nelle azioni di tutela e prevenzione ambientale. E’ stata raccolta e rimossa una consistente quantità di rifiuti indifferenziati.

Ad aver organizzato la giornata di pulizia straordinaria che ha messo la comunità al centro per liberare San Casciano dall’usa e getta è stata l'assessora all'Ambiente Consuelo Cavallini. "I cittadini hanno dimostrato ancora una volta che la cura del patrimonio pubblico richiede attenzione, costanza e pratica quotidiana - ha dichiarato l’assessore Cavallini - un ambiente pulito è un territorio più vivibile per tutti. Se ognuno applica nella quotidianità i principi della cultura sostenibile e fa la propria parte differenziando e conferendo correttamente la qualità della vita migliora per un’intera collettività con importanti benefici economici oltre che ambientali”.
“E’ stata l’occasione per ricordare che la formula Puliamo il mondo
– ha continuato l’assessora Cavallini - richiama in realtà un concetto parallelo che non si riferisce solo ai rifiuti materiali ma a quelli invisibili. Quando ci si unisce per rafforzare un obiettivo comune che tende a diffondere azioni virtuose, a manifestare prima di tutto rispetto per l’ambiente si mette in campo un’azione di inclusività e solidarietà. Ritrovandoci ancora una volta per la salvaguardia del nostro patrimonio pubblico abbiamo constatato il valore del volontariato che invita a godere della bellezza del territorio liberato dai pregiudizi e da ogni tipo di rifiuto invisibile”.

All’iniziativa ha preso parte anche l’assessore alle Politiche sociali ed educative Elisabetta Masti. Un ringraziamento è rivolto dall’amministrazione comunale al Circolo Legambiente Chianti fiorentino e tutti i cittadini che hanno collaborato all'iniziativa che si è svolta nel rispetto delle normative anti-Covid.


Lascia il tuo commento
commenti