No a cancellata e concorso. Santo Spirito resta com’è

Bocciata la mozione di Lega e Fratelli d’Italia che chiedeva la realizzazione di un manufatto artistico per proteggere dal degrado ormai continuo il sagrato e la scalinata della Basilica.

Attualità
visibility20 - martedì 12 gennaio 2021
di Redazione
Più informazioni su
La movida in Piazza Santo Spirito
La movida in Piazza Santo Spirito © Camilla Speranza

Non si farà la cancellata per proteggere la Basilica Santo Spirito. E non sarà nemmeno possibile la creazione di un concorso di idee per la realizzazione di un manufatto artistico con cui recingere di notte il luogo sacro e impedire così lo stesso diventi il luogo prediletto delle scorribande della mala movida che sfregia l'arte e la storia.

Il consiglio Comunale riunito in modalità on line per la prima volta chiamato a esprimersi sulla vicenda che da mesi divide fra favorevoli e contrari, a seguito di numerosi episodi accaduti fra cui anche quello clamoroso dei fumogeni fatti esplodere di notte nel corso di una manifestazione non autorizzata, aveva anche provocato reazioni aspre da parte dei residenti della piazza e del priore Giuseppe Pagano, respinge la mozione presentata ancora nel luglio scorso da Alessandro Draghi (Fratelli d’Italia) e Federico Bussolin (Lega Salvini) con il voto non solo della maggioranza ma anche del Movimento 5 Stelle e di Sinistra Progetto Comune.

“Avevo chiesto – polemizza Bussolin – soltanto di fare quello che lo stesso sindaco Nardella aveva chiesto. Non credo più da fiorentino a questa maggioranza. Si è andati con la sistola a bagnare le scalinate per allontanare le persone ma si è trattato di un progetto fallimentare con gli stessi operatori Alia che avevano paura a intervenire. E quando si è voluto le cancellate si sono messe, vedi il caso di Sant’Ambrogio. Ma lì magari c’era qualche ristoratore favorevole. Nardella a ottobre dichiarava di avere chiaro il programma per le piazze fiorentine: qual è? servono risposte concrete ma dalla maggioranza sentiamo solo tanti “no” e zero soluzioni”. E Andrea Asciuti aggiunge: “Le soluzioni sono o un intervento più incisivo della Polizia, o la cancellata”.

Non meno duro il commento di Draghi: “E’ tollerabile – attacca – lasciare che le persone mangino la pizza e lascino i cartoni con bottiglie e bicchieri sul sagrato?
Le immagini che sono girate attraverso i social sulla pagina “Welcome to favelas” che ritraevano un giovane intento ad assumere cocaina sui gradini hanno fatto il giro d’Italia, facendoci vergognare tutti, nonché il duello con la katana avvenuto l’estate scorsa. Mi domando se i consiglieri del Pd fiorentino siano mai stati a Londra. Lo sanno che la chiesa di Westminster ha le cancellate? Ma perché andare così lontano: quella di via Santa Caterina d’Alessandria, oppure a due passi da piazza S. Spirito, quella di Santa Felicita, e quella del Cestello hanno le cancellate da tempo. Perché per Santo Spirito è un problema?”.

Letizia Perini, Alessandra Innocenti, Laura Sparavigna e Mirko Rufilli, hanno difeso le scelte dell’amministrazione “che hanno funzionato con la presenza degli agenti, il contingentamento e le iniziative culturali”.

Mentre per Roberto De Blasi (M5S)la cancellata è sempre una sconfitta, anche con concorso di idee”. A favore della mozione Forza Italia (“I residenti la vogliono”) e il Gruppo Misto. Ma i voti non sono bastati e dunque a Santo Spirito tutto è destinato a rimanere come è stato fino adesso: con scie di degrado, spaccio e consumo sfrenato di alcool. Il tutto però anticipato, dalle 18 alle 22 perché poi c’è il coprifuoco….

Lascia il tuo commento
commenti