Nasce "Be.Long" affitti a medio e lungo termine a Firenze per chi studia e lavora in città

Al via il progetto di Comune di Firenze e Destination Florence CVB, con la collaborazione di università, istituti di formazione, incubatori e acceleratori di impresa, agenzie immobiliari e property managers.

Attualità
visibility25 - mercoledì 07 aprile 2021
di Redazione
Più informazioni su
affitti a Firenze
affitti a Firenze © Arek Socha da Pixabay

Promuovere gli affitti a medio e lungo termine e la destinazione Firenze come città della formazione, della conoscenza e dell’innovazione, grazie alle tante scuole di eccellenza presenti sul territorio e alla rete degli incubatori di impresa.
Ma anche attrarre nuovi cittadini per abbassare l’età media in città, cogliendo le opportunità offerte dello smart working per accogliere lavoratori da tutto il mondo e accompagnare gli host che finora si sono rivolti al mercato degli affitti turistici verso il mercato degli affitti turistici a medio e lungo termine, anche attraverso le agevolazioni Imu e altri servizi.

Sono gli obiettivi del progetto ‘Be.Long’ presentato da Comune di Firenze e Destination Florence: una piattaforma che mette in contatto l’offerta di appartamenti con la domanda proveniente da studenti, startupper, smart worker, ma anche dalle scuole e università presenti sul territorio e dagli incubatori di impresa come Nana Bianca, Mip e tanti altri, che hanno in questi anni manifestato la difficoltà nel trovare alloggi a causa di un mercato saturato dal fenomeno degli affitti brevi.

Non solo una piattaforma, ma uno strumento per offrire servizi di ospitalità a coloro che prenoteranno attraverso il portale: a BeLong è infatti collegata una serie di benefit per inquilini e proprietari. Da un lato, ad esempio, la Firenze Welcome card con sconti su musei e attività commerciali per studenti e startupper, sconti negli alberghi per amici e parenti che arrivano in città e un’assistenza da parte del Destination Florence per la permanenza a Firenze. E ancora sconti negli spazi di co-working di Firenze e per l’uso della mobilità sharing.
Per i proprietari che affitteranno a canone concordato, i benefit riguarderanno sconti Imu, accesso al servizio privilegiato di indicizzazione degli annunci. Tutti i partner del progetto promuoveranno il portale attraverso i propri canali. Il Destination Florence non percepirà alcuna percentuale dai contratti siglati: per accedere al servizio occorrerà solo iscriversi come soci del Destination Florence.

“Be.Long non è una piattaforma sul modello di quelle globali – ha detto l’assessore a Urbanistica, Turismo e Innovazione Cecilia Del Re -, ma uno strumento a tutto tondo per attrarre a Firenze un target diverso da quello del turismo di massa, promuovendo la città come destinazione per affitti a medio e lungo termine in grado di dare risposta ai bisogni di nuovi soggetti emergenti come smart worker, startupper e studenti attraverso servizi di accoglienza e agevolazioni. Un progetto che punta a fare di Firenze sempre più la città della formazione e dell’innovazione, creando le condizioni favorevoli per i tantissimi studenti e aspiranti imprenditori che ogni anno arrivano a frequentare le scuole, incubatori e università straniere attive sul territorio, ai quali si aggiunge il pubblico degli smart worker pronto a un nuovo approccio al mondo del lavoro e dell’abitare anche nel dopo pandemia. Un modo poi anche per abbassare l’età media a Firenze, accogliendo una fascia di popolazione più giovane”.

Il progetto di destinazione si concretizza in una piattaforma web, all’interno del sito destinationflorence.com: un nuovo punto di riferimento per i cittadini temporanei che raccoglie tutte le informazioni e risponde ai bisogni di chi, soprattutto per gli stranieri, non sa ancora come muoversi in città.

 

Lascia il tuo commento
commenti