'Estremamente vulnerabili'. Arrivano 56mila sms differenziati. Ma molte persone sono disorientate

Arriveranno a quelli che si sono registrati ad oggi sul portale. Ma intanto sui social si moltiplicano i messaggi di persone disorientate sulla procedura da seguire per i propri cari 'vulnerabili'

Attualità
visibility8 - mercoledì 07 aprile 2021
di Redazione
Più informazioni su
Vaccini
Vaccini © Eugenio Giani via Facebook

In base alle raccomandazioni ministeriali del 12 marzo (GU), la Regione Toscana ha attivato modalità diverse per la vaccinazione, per tutti gli estremamente vulnerabili e i disabili gravi, che si sono registrati a oggi sul portale. I pazienti - che rientrano in patologie come patologia oncologica, malattie autoimmuni- immunodeficienze primitive, malattie neurologiche, trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche, diabete e altre endocrinopatie severe quale morbo di Addison, HIV - vengono presi in carico direttamente da parte della Asl o della Azienda ospedaliero-universitaria o dai centri estremamente vulnerabili e disabili gravitri di riferimento, che già li conoscono e li hanno in cura e saranno contattati telefonicamente entro 15 giorni per la data di prenotazione della vaccinazione. Oltre 36.000 cittadini NON dovranno, quindi, prenotarsi sul portale (sono quelli indicati in tabella A).

I pazienti, oltre 20.000, che rientrano nelle patologie, indicate nell’allegato B, hanno invece ricevuto direttamente il codice di prenotazione composto da 8 cifre, che dà loro la possibilità di prenotarsi direttamente sul portale. Le agende saranno aperte per le giornate dal 9 all’11 aprile e in contemporanea dal 23 al 9 maggio.

Questa la nota arrivata ieri sera dalla Asl e rilanciata anche da Eugenio Giani sulla propria pagina Facebook. E proprio qui ieri sera sono stati tantissimi i commenti e le domande di persone in difficoltà o confuse in merito alla vaccinazione dei propri genitori o parenti estremamente fragili. Alcuni dei quali hanno ricevuto, a quanto dicono, un codice poi sostituito da uno nuovo. Altri semplicemente, come detto, disorientati dalle informazioni ricevute.

Lascia il tuo commento
commenti