Assembramenti e mercato clandestino in strada. Ma sono solo le elezioni peruviane

Tantissime segnalazioni e poi il nostro sopralluogo. Il seggio per le elezioni peruviane all'Istituto Salesiamo dopo i problemi di aprile ritorna ed è ancora peggio.

Attualità
visibility314 - domenica 06 giugno 2021
di Redazione
Più informazioni su
i venditori con la loro merce e i frigoriferi già vuoti
i venditori con la loro merce e i frigoriferi già vuoti © n.c.

Traffico caotico laddove nelle calde mattine di inizio estate è solo silenzio. Auto che si fermano in mezzo alla strada bellamente infischiandosene di chi attende dietro. 
Assembramenti sui marciapiedi dove una lunga coda di persone (non distanziate) si forma di prima mattina già dall'angolo di via del Ghirlandaio. Passeggio in mezzo alla strada di donne anziane, famiglie intere e uomini a capannello come se la pubblica via non esistesse e poi la comparsa dei frigoriferi e il mercato clandestino.

Tantissime le segnalazioni che sono giunte in redazione e tante le chiamate anche alla Municipale per segnalare una situazioni fuori dalle regole covid e da quelle della civile convivenza.

Ma è solo il seggio toscano del Consolato Generale del Perù che è stato allestito presso l'Istituto Salesiano dell'Immacolata di Firenze, in Via del Ghirlandaio. "Nel rispetto delle norme anti-contagio da Covid-19, la comunità andina di Firenze si è recata alle urne per eleggere il parlamento peruviano e al Congresso." reciitano i comunicati ufficiali.

La realtà è molto diversa da quello che raccontano i residenti dei dintorni già stupefatti ad aprile di come ogni più elementare norma anticovid fosse ignorata (ed eravamo in zona arancione) allora e lo è stata ancora di più oggi dove le maggiori libertà concesse dalla zona gialla hanno dato il via già dalla tarda mattinata al mercato clandestino di cibo e bevande che evidentemente è così caro a questa comunità molto coesa ma poco incline evidentemente a rispettare le leggi del paese ospitante.

Borse frigo stile spiaggia e tanti borsoni da suprmarket da cui spuntava di tutto. I prezzi molto convenienti. 10 euro per il pasto take away completo e 1 euro per un ghiacciolo, 
La Polizia Municipale sollecitata dalle telefonate un passaggio lo ha fatto, raccontano i residenti sempre più infuriati vedendo aumentare sui marciapiedi bivacchi e sporco, ma gli abili andini hanno velocemente nascosto nelle auto parcheggiate i borsoni ed hanno così uccellato i vigili urbani.

Le elezioni (e il mercato clandestino) sno andati avanti per tutto il giorno fino alla chiusura del seggio con buona pace di chi si interrogava se fosse possibile che in una zona così centrale, a due passi da via Gioberti potesse essere possibile svolgersi tutto questo....




 

Lascia il tuo commento
commenti