Al Parco degli animali inaugurata la sala operatoria per gli amici a quattro zampe

Doppia festa per i 10 anni del canile rifugio e i 25 anni dell’ufficio Diritti degli animali.

Attualità
visibility20 - mercoledì 30 giugno 2021
di Redazione
Più informazioni su
sala operatoria al parco degli animali
sala operatoria al parco degli animali © comune di Firenze

Cresce l’offerta di servizi del Parco degli animali con la nuova una sala operatoria per gli amici a quattro zampe.
n occasione dei 10 anni del canile rifugio e dei 25 anni dell’ufficio Diritti degli animali, è stata inaugurata oggi dall’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re la nuova struttura per interventi di cura degli animali d’affezione.
Il nuovo servizio, realizzato in collaborazione con la struttura di Igiene urbana veterinaria dell’Azienda Usl Toscana centro, consentirà di potenziare l’attività di controllo delle colonie feline e prevenzione del randagismo: nella sala operatoria, infatti, veterinari e tecnici dell’azienda sanitaria, con il coordinamento del direttore sanitario del Parco, effettueranno interventi di cura e sterilizzazione dei gatti delle circa 650 colonie feline censite sul territorio e sui cani ospiti del Parco.
Tra le attività in corso di definizione che saranno realizzate nel prossimo anno, anche interventi chirurgici gratuiti sui cani adottati al Parco. Le dotazioni tecnologiche acquisite per la sala, tutte di ultima generazione, consistono in strumentazione tecnica per gli interventi (tavolo, lampada, ferri), ecografo, ecg, rx digitale e macchine per analisi emato-biochimiche.

“Una bellissima festa per i 10 anni del parco e i 25 anni dell’ufficio diritti degli animali - ha detto l’assessore Del Re - che abbiamo voluto celebrare inaugurando un nuovo servizio per la cura dei nostri animali a cui abbiamo lavorato durante il lockdown. La nuova sala operatoria sarà attiva per i cani adottati e, con l’Ordine dei veterinari, l’obiettivo è quello di estendere il servizio a chi ha un Isee basso per garantire davvero a tutti il diritto di avere accanto animali d’affezione prendendosene cura e contrastando il rischio di abbandono. In un momento storico in cui nuove povertà si stanno palesando, anche un servizio come questo può aiutare chi ha animali domestici a non rinunciarvi e a vivere ancora insieme a loro”.

Alla festa e inaugurazione erano presenti, insieme all’assessore Del Re, le associazioni della Consulta degli animali del Comune di Firenze, Sics - Scuola cani da Salvataggio, Alpaha Onlus, Croce Rossa Italiana, Fondazione Cave Canem. Nel corso della giornata è stato presentato anche il libro ‘Cane cerca casa’. 

Lascia il tuo commento
commenti