La Casa del Giocattolo solidale di Varese in visita da Jacopo, intanto la finestra si "allarga"

Un fine settimana di Ferragosto intenso per il bimbo che con i suoi giocattoli in dono ha conquistato tutta l'Italia.

Attualità
visibility295 - martedì 17 agosto 2021
di Nadia Fondelli
Più informazioni su
Jacopo e Arianna della casa del giocattolo solidale di Varese
Jacopo e Arianna della casa del giocattolo solidale di Varese © Facebook

Jacopo ha davvero fatto centro. Da quando a metà giugno, grazie all'amica Chiara Giovannini di una pagina social di quartiere abbiamo raccontato per primi la storia di questo bambino generoso e della sua finestra tante cose sono successe e in poco tempo.

Quel gesto all'apparenza semplice e decisamente spontaneo di un bimbo che decide di donare i giocattoli che non usa più ai bimbi che non possono permetterselo trasformando la finestra della sua casa al piano terreno del viuzzo dei Bruni in una "vetrina" speciale ha colpito tutti.
Dopo quel nostro primo articolo ci raccontano mamma Nicoletta e babbo Giampiero tanti sono i cronisti che si sono recati, alcuni perdendosi per strada, nel viuzzo dei Bruni. C'è chi addirittura gli ha sorpresi valige già caricate in auto nel momento della partenza per le vacanze dopo aver saputo che la mattina precedente, ed eravano ai primi di luglio, Jacopo era stato ricevuto dal sindaco Dario Nardella, anche lui colpito dal gesto di Jacopo.

Anche al sindaco Jacopo è riuscito a strappare più di un sorriso e la promessa di organizzare un evento per i bambini durnte il suo incontro in Palazzo Vecchio che ha proiettao la sua storia anche sulle pagine dei giornali nazionali.

Ed è così che nel fine settimana di Ferragosto tanti sono stati i momenti intensi vissuti in viuzzo dei Bruni. Jacopocol suo solito sorriso conquistatore e il ciuffo mesciato e sbarazzino ci ha raccontato con emozione che avrebbe ricevuto la visita dei volontario della casa del giocattolo solidle di Varese e che la sua finestra, grazie alla donazione di una signora si sarebbe "allargata" ad armadio per permettere così a giochi e materiale scolastico di non rischiare di sciuparsi con le intemperie.

Un emozione dietro l'altra per il piccolo cittadino di cui non solo Firenze ha bisogno. Prima la t shirt, la tessera speciale di socio e una lettera bellissima consegnata dalla volontaria della casa del giocattolo solidale di Varese Arianna che si è recata a casa da Varese proprio per ringraziarlo per il suo impegno. Da Varese anche un regalo per Jacopo e uno per la "finestra di Jacopo" che ha contraccambiato donando ad Arianna una cassetta piena di giocattoli per i bimbi di Varese.

Jacopo è un esempio per tutti noi e non è più solo. Nella cassetta per Varese c'erano anche alcuni giochi donati da Leon, Nina , Syria e gli altri bambini che vogliono partecipare alla solidarietà verso gli altri bambini.

"Sono così tanti i bimbi generosi - sottolinea mamma Nicoletta - che ho il bagagliaio dell'auto piena dei giochi donati!" e così, una signora che vuole rimanere anonima nei giorni scorsi ha contattato la famiglia di Jacopo per donare un armadio a due ante che è stato installato in un angolo del viuzzo per avere più posto, per permettere ai giocattoli e ai materiali scolastici di non deteriorarsi con le intemperie e per garantire un angolo di riservatezza a chi preleva.

La finestra di Jacopo si è "allargata" perchè i bei gesti e la solidarietà, specie se espressi da un bambino possono essere davvero il motore di una società migliore.

Lascia il tuo commento
commenti