Sorgane si divide sulla trasformazione della foresteria in albergo popolare

Un flash mob con una cinquantina di residenti per dire no alla nascita dell'albergo popolare

Attualità
visibility726 - giovedì 17 settembre 2020
di Nadia Fondelli
Più informazioni su
il flash mob di Sorgane
il flash mob di Sorgane © Ok!News24

La Foresteria Pertini divide, da sempre. Fin dal 2015 quando venne per la prima volta aperta per l'emergenza freddo.

Molti i residenti che puntano il dito contro la Foresteria. Manca sicurezza soprattutto raccontano i cittadini scesa in strada.

Sorgane, quartiere d'inclusione nato nel dopoguerra e sviluppatosi prima e dopo l'alluvione di Firenze oggi protesta. Mancano strutture per i bambini e gli anziani raccontano le persone scese in piazza e il comune pensa solo agli immigrati.

La prospettata trasformazione della foresteria in albergo popolare poi proprio non piace e viene giudicata un'ennesima occasione persa.

C'è preoccupazione soprattutto per i bambini dell'asilo e della scuola separati dalla struttura che ospita gli ultimi solo da una rete.

Ma è realmente dietro l'angolo 'albergo popolare? Davvero la sua eventuale nascita porterà pericolo e degrado?

Ne abbiamo parlato anche con la Presidente del Quartiere 3 Serena Perini.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gianni Penni ha scritto il 18 settembre 2020 alle 11:44 :

    Avere vicino degli extracomunitari non è un problema. Il problema è quando questi sono ubriachi,drogati,violenti fra loro e verso il prossimo allora la situazione va risolta per il beneficio di tutte le famiglie di anziani e di giovani che hanno scelto di passare la loro vita senza paura di uscire di casa temendo brutti incontri e tutto quello che può succedere. Io quando vado in casa d'altri,anche degli amici più cari,busso,chiedo permesso e mi adatto alle esigenze della famiglia in cui mi reco. Molti di questi accolti,sfamati,con dei soldi in tasca e un tetto sopra la testa cercano di portare da noi tutto il comportamento asociale a cui sono abituati. Potrei continuare all'infinito.... Cerchiamo con le elezioni di salvare la bellissima città di Firenze. Rispondi a Gianni Penni