L'erba alta che spenge la musica di una violoncellista

Una caduta rovinosa su un cordolo nascosto costringe all'inattività una musicista.

Cronaca
visibility283 - lunedì 07 giugno 2021
di Nadia Fondelli
Più informazioni su
Violoncellista
Violoncellista © Pixabay

Erba alta ovunque a Firenze.
Le segnalazioni e le lamentele arrivano da nord a sud e da est ad ovest. Che un problema c'è con la ditta vincitrice dell'appalto è chiaro ormai a tutti, ma che conseguenze possono avere sulle pingui casse comunali del post covid le molte cause che rischiano d'impilarsi nei faldoni sulle scrivanie degli avvocati di Palazzo Vecchio per i danni conseguenti di questa mala gestione del verde?

Il problema c'è è vero e tocca le tasche di tutti i fiorentini. Il problema c'è e se molti lo dicono a denti stretti così non fa certamente il Presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi che, anche in occasioni pubbliche, ha sottolineato la stortura di un appalato del verde che ha visto vincere la gara ad una ditta e arrivare seconda in graduatoria un'altra ditta che ha la sede legale allo stesso indirizzo della stessa località della prima....
Il problema c'è ed è figlio del codice degli appalti di cui tanto si parla in Parlamento ma che in realtà nessuno pare voglia stracciare nonostante il recente decreto sblocca cantieri avesse fatto ben sperare. 

Il problema c'è e i fiorentini si trovano nei guai.
In guai grossi c'è sicuramente adesso L.V. violoncellista di professione che a causa dell'erba non tagliata nel vialetto ciclo pedonale del parco pubblico di Nave a Rovezzano, mentre pedalava verso il centro di Firenze all'altezza di via della Resurrezione è finita rovinosamente a terra a causa di un cordolo in pietra completamente sommerso dall'erba incolta e quindi pericolosamente invisibile a ciclisti e pedoni.
Una caduta che le ha causato la frattura del legamento di una mano e l'ha portata ad un calvario fatto di operazione, gesso per trenta giorni e poi una lunghissima e dolorosa riabilitazione che se è dolorosa e invalidante in qualsiasi persona pensiamo cosa possa essere per una musicista che con le sue mani lavora e regala emozioni.

Eppure tanti pensano "cosa vuoi che sia un po' d'erba alta"... Il problema c'è e nei guai si ritrovano tutti i fiorentini: chi cade per colpa dei lavori non fatti e chi deve pagare i danni a chi è dannegiato da chi non lavora o lo fa male con i nostri soldi.

Alla violoncellista a cui il comune di Firenze ha tolto il lavoro e il sorriso va tutta la nostra solidarietà. L'aspetta davvero un calvario lungo e doloroso. Anzi due: un calvario per guarire e l'altro, ancora più lungo, per riuscire ad ottenere un po' di giustizia in tribunale.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Amelia.tenerani ha scritto il 09 giugno 2021 alle 04:35 :

    Tutta firenze e in particolare il quartiere e in queste condizioni il signor nardella cosa fa?da1 cittadino dovrebbe sollecitare la pulizia dei nostri spazi verdi o no sono veramente delusa Rispondi a Amelia.tenerani