Via Gioberti, incidente stradale nella notte. Una ragazza in ospedale e arredi distrutti

Si riaccende la polemica sul restyling di tre anni fa. Oggi la via che doveva essere a misura di pedone è un susseguirsi di tavolini e sedie dei locali, le strisce pedonali sono scolorite e i chiodi fiorentini divelti.

Cronaca
visibility1825 - mercoledì 07 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
l'incidente di questa notte
l'incidente di questa notte © Ok!News24

Il boato ha squarciato la notte in via Gioberti dove intorno alle 4.00 di questa notte due auto si sono scontrate sull'angolo di via del Ghirlandaio.
La carambola ha fatto salire le due auto coinvolte sul marciapiede lato via Fra'Paolo Sarpi; una si è fermata a pochi centimetri del negozio di fiori all'angolo mentre l'auto bianca è finita con violenza con la parte posteriore sopra gli arredi urbani distruggendo tutti i chiodi fiorentini a protezione dell'angolo, due sedili di arredo urbano e la fioriiera.

Il personale del 118 è intervenuto per prestare soccorso e una ragazza di 22 anni è stata tasportata in ospedale in codice giallo.
I rilevamenti sono stati affidati alla Polizia Municipale ma l'incidente, che fortunatamente è avvenuto in piena notte, riaccende le polemiche anche sulla sicurezza degli attraversamenti della via protagonista non più di tre anni fa di un profondo restyling che dopo mesi di cantieri doveva rendere la strada più vivibile e più a misura di pedone.

Inaugurata a novembre del 2018 via Gioberti con infinite polemiche e contrasti fra residenti e commercianti per i posti auto e moto saltati già un anno dopo mostrava le prime crepe.
Tombini rumorosi e mal inseriti con pietre che dalla loro cornice saltavano pericolosamente anche sui marcipiedi. I chiodi fiorentini installati a protezione della via saltati uno dopo l'altro senza essere sostituiti per cattiva messa in opera o per i colpi ricevuti dai parcheggiatori selvaggi.
Strisce pedonali che dopo due anni sono già del tutto scolorite e nonostante le segnalazioni nessuno ha provveduto a ridipingerle e i famosi sedili "bistecchiera" che tanto fecero discutere per foggia e colore che mostrano già il segno del tempo con legno che si screpola e zampe che si arrugginiscono là dove non sono stati già scardinati.
Per quello che riguarda le fioriere che nei giorni dell'entusiasmo dell'inaugurzione tanto piacquero ai commercianti c'è da lodare la buona volontà di una singola cittadina che se ne prende cura se le piante presenti sono ancora in vita.

E menomale ripetiamo che l'incidente è avvenuto in piena notte perchè lo stesso ha mostrato tutti i limiti dell'arredo studiato per creare "isole per pedoni" e proteggerli. Che dire poi della moltiplicazione dei tavolini e delle sedute esterne che ha fatto della via un unicum di mangiaebevi con clienti di pizzerie e bar pericolosamente sfiorati dalle auto che percorrono una via che rimane troppo stretta e troppo pericolosa.





 

Lascia il tuo commento
commenti