Galluzzo, brandiva un bastone in piazza Acciaiuoli. Arrestato uomo in stato di agitazione

Cronaca
visibility14 - martedì 26 ottobre 2021
di Redazione
Più informazioni su
Piazza Acciauoli
Piazza Acciauoli © Street View

Attimi di terrore l'altra mattina in piazza Acciauoli al Galluzzo. I Carabinieri della Compagnia Oltrarno hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare a carico di soggetto extracomunitario, di nazionalità nigeriana.

In particolare i militari dell’Arma sono intervenuti in piazza Acciaiuoli dove il soggetto, in stato di evidente agitazione e brandendo un bastone di legno, aveva danneggiato una porta di ingresso in vetro della filiale della Banca Intesa lì presente.

Portato con difficoltà alla calma dagli operanti, coadiuvati da personale del Nucleo Radiomobile di Firenze, veniva dunque condotto presso la Stazione di Galluzzo, dove si accertava che pendeva su di lui un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Firenze, misura cui era sottoposto dallo scorso 29 giugno e più volte disattesa, che in forza del provvedimento veniva sostituita con la custodia cautelare in carcere. Per tale motivo il soggetto, alla fine di tutte le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Sollicciano. 

Dagli accertamenti parallelamente condotti dalla Stazione di Galluzzo, emergeva inoltre che prima di recarsi presso la filiale dell’istituto di credito, dove era stato rintracciato dai militari dell’Arma, l’arrestato si era scagliato contro una vettura in sosta in via cave di Monteripaldi, distruggendone completamente il vetro anteriore sinistro e provocando ulteriori danneggiamenti su una fiancata. 
Per questo motivo e per il danneggiamento perpetrato ai danni della filiale dell’istituto di credito, veniva inoltre denunciato a piede libero.

L'uomo era stato sottoposto alla misura del divieto di dimora nel Comune di Firenze lo scorso 29 giugno, poiché tratto in arresto da altro personale intervenuto presso la filiale della Banca Intesa San Paolo di Largo Brambilla, dove era andato in escandescenza minacciando la direttrice dell’agenzia e successivamente aggredendo i poliziotti intervenuti. 

Nel 2021 sono stati molteplici gli interventi operati dalle forze di polizia sul suo conto, per analoghi episodi di danneggiamento o minacce a carico di istituti di credito di Firenze e Roma, culminati alle volte con ulteriori minacce e resistenze operate nei confronti degli operatori intervenuti per portarlo alla calma ed allontanarlo, ultimo dei quali avvenuto lo scorso 22 settembre nuovamente presso la filiale della Banca Intesa San Paolo di Largo Brambilla, dove tentava di danneggiare la vetrata dell’istituto di credito, offendendo e minacciando una dipendente, prima di scagliarsi contro il personale intervenuto per calmarlo.

Lascia il tuo commento
commenti