Scatta un esposto dei cittadini a Novoli e la Polizia arresta subito un pusher

Cronaca
visibility370 - giovedì 12 maggio 2022
di redazione
Più informazioni su
spaccio
spaccio © Wesley Gibbs on Unsplash

Avrebbe utilizzato come “rimessaggio” della droga un cespuglio lungo la pista ciclabile che costeggia il Mugnone in via Tartini, il pusher sorpreso all’opera ieri pomeriggio a Novoli dalla Polizia di Stato.

Si tratta di un incensurato 21enne di origine marocchina, arrestato intorno alle 18.00 dagli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Rifredi, impegnati in uno specifico servizio di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nella zona, segnalato anche attraverso degli esposti della cittadinanza.

Gli investigatori di “Rifredi” si sono mimetizzati in borghese tra i passanti riuscendo a vedere il giovane fermato mentre, passando in bicicletta, avrebbe nascosto una busta di plastica dietro ad un cespuglio in via Tartini. Il sospetto ha poi proseguito la marcia verso piazza Puccini, seguito con discrezione dai poliziotti.

Trascorsi pochi minuti il 21enne si è incontrato con un suo “cliente” in piazza della Piccola, dove gli avrebbe venduto 4 grammi e mezzo di hashish per 10 euro.

La polizia è subito intervenuta arrestando lo spacciatore colto sul fatto ed identificando l’acquirente, poi segnalato amministrativamente per uso personale di sostanze stupefacenti.

Il successivo intervento delle unità cinofile della Polizia di Stato ha anche permesso di recuperare la busta poco prima occultata tra i cespugli in via Tartini: all’interno c’erano altri 24 grammi di hashish e 8 di cocaina.

Il giorno prima, l’infallibile fiuto dei cani antidroga della Questura di Firenze aveva permesso di rinvenire e sequestrare oltre 300 grammi di sostanza stupefacente (hashish, marijuana e anche qualche grammo di cocaina) nascosta in mezzo alla vegetazione tra le Cascine e la Fortezza da Basso.

Lascia il tuo commento
commenti