Palazzo Vecchio. Il calendario di aprile alla scoperta delle "segrete stanze"

Alla scoperta dei segreti di Palazzo Vecchio: dalle stanze di Eleonora di Toledo e Cosimo I fino alla vita di corte nel Cinquecento. Il calendario di aprile degli appuntamenti digitali gratuiti.

Cultura
visibility9 - martedì 06 aprile 2021
di Redazione
Più informazioni su
alla scoperta di Palazzo Vecchio, virtualmente parlando
alla scoperta di Palazzo Vecchio, virtualmente parlando © comune di Firenze

 

Dal ciclo di arazzi con le Storie di Giuseppe alle stanze della duchessa Eleonora di Toledo fino alla vita di corte nel Cinquecento: ad aprile si continua a visitare - almeno virtualmente - l’interno di Palazzo Vecchio con Mezz’ora d’arte, il calendario di appuntamenti digitali fruibili gratuitamente (su piattaforma Zoom) curati dai Musei Civici Fiorentini e da MUS.E.
Una serie di focus tematici per scoprire dettagli, capolavori, curiosità e respirare la vita del palazzo civico nel corso dei secoli.

“Anche e soprattutto in un periodo come questo, difficile per tutti – spiega Valentina Zucchi, responsabile della mediazione culturale di MUS.E - prosegue l’impegno dei Musei Civici Fiorentini, di Palazzo Medici Riccardi e di MUS.E per offrire esperienze di sollievo, di ristoro e di piacere in compagnia dell’arte e della storia: il calendario dei prossimi appuntamenti rivolti ai giovani e agli adulti, ha la finalità di rendere non solo fruibile ma anche godibile il patrimonio cittadino a distanza."

Quattro gli appuntamenti previsti nel mese di aprile, ogni martedì alle 18.
La Mezz’ora d’arte del 6 aprile è dedicata allo straordinario ciclo di arazzi con le Storie di Giuseppe destinati al Salone de’ Dugento, mentre i due incontri seguenti (13 e 20 aprile) approfondiscono stanze e ambienti di pertinenza della duchessa Eleonora di Toledo, fra cui la meravigliosa cappella privata affrescata da Agnolo Bronzino; infine, il mese di aprile si chiude – il 27 - con un approfondimento sulla vita di corte di metà Cinquecento, restituendo nomi, volti e vicende ai personaggi che ne hanno fatto parte, tra artisti, maestri, consiglieri e nani alla corte di Cosimo I.

Tutte le iniziative - gratuite, prenotazione obbligatoria info@musefirenze.it - sono a cura di MUS.E e sono possibili grazie al sostegno di American Express, di GIOTTO - love brand di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, Mukki, Officina Profumo Farmaceutica Santa Maria Novella, Unicoop Firenze e Tenderly, brand di Lucart Spa.

Ecco il dettaglio degli appuntamenti
Mezz’ora d’arte - Esplorando Palazzo Vecchio
6 aprile, ore 18 - Gli arazzi con le storie di Giuseppe
13 aprile ore 18 - Le stanze di Eleonora di Toledo
20 aprile ore18 - La Cappella di Eleonora di Toledo
27 aprile ore - Artisti, maestri, consiglieri e nani alla corte di Cosimo I


Prenotazioni: via mail a info@musefirenze.it indicando nome, cognome, numero di telefono, giorno scelto. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 15.30, il sabato dalle 9.30 alle 14.30.Si prega di attendere conferma via mail dell’avvenuta prenotazione. La partecipazione è gratuita, fino a esaurimento dei posti disponibili. La prenotazione è obbligatoria. Sarà possibile prenotare solo un incontro per volta. Si prega di prenotare solo in caso di effettiva e certa partecipazione alla visita. Qualora sorgessero impedimenti non previsti è necessario disdire entro le 14.00 del giorno stesso della visita, al fine di liberare eventuali disponibilità.

Come partecipare: i prenotati, dopo una prima mail di conferma, riceveranno una seconda mail entro le 17.00 del giorno della visita virtuale con le credenziali per poter accedere a Zoom, da computer, tablet o smartphone. Si può partecipare alle visite scaricando la APP Zoom sul proprio dispositivo e registrandosi gratuitamente. Una volta installata, basterà cliccare sul link ricevuto per partecipare alla visita. In alternativa sarà possibile accedere nella sezione “join a meeting” direttamente dal sito Zoom, inserendo il meeting ID e la password ricevuti.



.it – www.musefirenze.it

Lascia il tuo commento
commenti