Giani, Nardella e Fossi siglano un'intesa per lo sviluppo della piana fiorentina

Politica
visibility10 - mercoledì 09 giugno 2021
di Duccio Ristori
Più informazioni su
nardella fossi e giani firmano l'intesa
nardella fossi e giani firmano l'intesa © Foto di MET

Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il Sindaco di Firenze Dario Nardella e il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, presso il Palazzo Medici Riccardi, hanno firmato un'intesa per lo sviluppo ulteriore della Piana Fiorentina.

L'Intesa riguarda in particolare:
il completamento della linea tramviaria 4 fino al centro abitato di Campi Bisenzio passando per Le Piagge,

La realizzazione di un parcheggio scambiatore autostradale di San Donnino ed il suo collegamento con il sistema tramviario, nel rispetto degli accordi stipulati con la Società Autostrade in occasione della realizzazione della terza corsia dell'autostrada Firenze – Roma e ribaditi negli accordi relativi alla terza corsia dell'autostrada Firenze – Mare.

La creazione di una linea metro - treno che da Peretola-Firenze al museo Pecci di Prato con fermate al museo Pecci, a Mezzana, area commerciale produttiva di via Fratelli Cervi, all'Osmannoro, a Quaracchi, a Palagio degli Spini, a Peretola con collegamento ciclopedonale all'aeroporto.

Il potenziamento del sistema ciclopedonale della Piana Fiorentina, favorendo anche la ciclovia veloce che collegherà Firenze - Prato - Pistoia, alleggerendo anche il traffico automobilistico diretto verso Prato. 

Infine la realizzazione di un nuovo polo scolastico superiore nella zona di Via Palagetta a Campi Bisenzio, che negli ultimi anni ha avuto un incremento della popolazione più giovane. La nuova scuola andrà a migliorare l'offerta educativa considerando anche i bisogni del territorio, infatti è prevista la realizzazione di un'istituto tecnico e professionale con annesso centro di formazione permanente dove potrebbe avere sede l'Its meccanica-meccatronica anche alla luce della vocazione industriale del territorio dove oggi hanno sede 3770 aziende.

Lascia il tuo commento
commenti