Mostro di Firenze. Delitto degli Scopeti l'ultimo mistero

La stampa va in tilt ! Nuove indagini della polizia scientifica sulla piazzola di Scopeti. Anzi no, è un docufilm RAI. Macchè si tratta di una ricerca scientifica che sarà a disposizione della TV di stato.

Paolo Cochi Il Mostro di Firenze. Un caso irrisolto
visibility289 - OkFirenze - domenica 19 settembre 2021
Giudice Tony
Giudice Tony © OK!Mugello

In epoca di fake news sulla rete, questa volta sono gli organi di stampa più accreditati a creare disorientamento e sconcerto.

Il Magistrato Piero Tony, che si è occupato all'epoca dei delitti del mostro commenta questa sequela mediatica d'informazioni contrastanti, incomplete e frenetiche sul sopralluogo e rilevamenti scientifici sulla scena del crimine dell 'ultimo omicidio: 

Mi sembra una cosa molto criticabile. Dopo aver letto l'episodio resto perplesso e non comprendo tante cose. Da quello che ho letto è intervenuta sia la polizia scientifica di Roma che i colleghi di Firenze. È abbastanza disorientante tutto ciò. Sembrerebbe una indagine a iniziativa ad uso di un produttore televisivo a spese del cittadino italiano. Resto dunque perplesso davanti un fatto del genere. C'e' da dire ma che sta succedendo? Se questo impiego di mezzi e uomini della Polizia di Stato fosse stato attivato al fine di aiutare il produttore televisivo, sarebbe un uso improprio. Se invece è stato fatto per motivi accademici di studio della polizia scientifica non si spiega l'utilizzo di questi rilevamenti e studi da parte di Raidue. Questa commistione tra pubblico e privato della quale non ho assolutamente nulla da dire se non: Ma dove siamo?

La concitata giornata del 14 settembre, era iniziata con la notizia ANSA "sopralluogo della polizia scientifica agli scopeti". Nuove indagini della polizia scientifica sul delitto di Scopeti, attrezzature e mezzi di ultima generazione ed una task force di uomini della Polizia di Stato.
 
Appena un ora dopo l'agenzia ADNkronos, smentisce e parla di una Docufiction di RaiDue: "MOSTRO 
FIRENZE: SOPRALLUOGO A SCOPETI PER REALIZZARE DOCUFILM"
 la presenza degli investigatori sarebbe dettata solo da esigenze di ’copione per realizzare un nuovo film prodotto dalla Rai. 14-SET-21 10:51 "
Ma dov erano le telecamere e gli attori? Mah....

Corriere della Sera e Repubblica vanno al seguito, smentendo l'Ansa.
Nel pomeriggio la stessa agenzia di stampa ANSA, precisa che non si tratta di indagini, né di una Docufilm, bensì di una ricerca accademica della polizia che sarà messa a disposizione della Procura.

Altri quotidiani on line in ordine sparso pubblicano a random.
Il quotidiano di Firenze "LA NAZIONE" invece ribadisce che "L’obiettivo è ottenere con tecnologie moderne la ricostruzione topografica dei luoghi. Sul posto personale di Firenze e della direzione di Roma."
Sembra questa la versione definitiva che mette tutti  d'accordo?

Nel frattempo la Questura di Firenze smentisce nuove indagini sul mostro, ma nessuno spiega nulla. La Procura di Firenze è silente, o almeno nessuno riporta dichiarazioni in virgolettato. Altre testate giornalistiche come "Il Fatto quotidiano" fanno un mix di finalità, aggiungendo che i risultati della ricerca e ricostruzione in 3D verranno messi a disposizione della RAI.

In tutto questo caos mediatico non si evince nulla di concreto.

  • Da chi  è nata l" iniziativa? 
  • Chi ha disposto l' impiego della Polizia scientifica di Roma e Firenze?
  • La Procura di Firenze ne era al corrente?
  • E 'stata la RAI a commissionare o quale altra autorità giudiziaria?
  • Con quali finalità?

Abbiamo cercato di far chiarezza scrivendo sia all 'autore del programma di Rai DueLuciano Palmerino che alla Procura di Firenze alla segreteria del pm titolare delle indagini Luca Turco. Nessuna risposta.
L'unica certezza che si evince da questo cortocircuito mediatico-istituzionale è che sicuramente qualcuno non la racconta giusta.
Ma questa è una caratteristica tipica di questa brutta storia.....
Attendiamo, dunque tutti fiduciosi l'evento televisivo dell'anno con fervida trepidazione, apprendendo che il cast degli intervistati sembrerebbe per buona parte composto da semplici appassionati presenti sul web.

Lascia il tuo commento
commenti