I tre punti che servivano. La viola vince di misura col Crotone 2 - 1

La partita decisa dai gol di Bonaventura e Vlahovic nel primo tempo.

Calcio
visibility11 - sabato 23 gennaio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Il primo gol viola
Il primo gol viola © n.c.

Sotto la pioggerellina fastidiosa di questo sabato sera fiorentino di coprifuoco la Fiorentina cerca di rialzare la testa dopo la scoppola di Napoli che ancora brucia.
La sfida col Crotone diventa drammaticamente fondamentale per la stagione della Fiorentina che rischia di rimanere nelle sabbie mobili della bassa classifica.

La partita parte tesa e i cartellini e i falli fioccano subito. C'è tensione e si avverte con gioco frammentato e tanti falli fino al lampo di Bonaventura che al 20' si ricorda chi è e sblocca la partita raccogliendo una respinta della difesa al limite dell’area e al volo d’esterno, dopo aver stoppato la palla di petto, indirizza la sfera dove il portiere crotonese Cordaz non può arrivare.

La squadra calabrese nonostante la brutta classifica non si abbatte e tenta subito una reazione con Messias, che guadagna un corner dopo che il suo tiro è stato deviato. Ma questo diventa l’unica azione pericolosa degli squali che vengono sopraffatti dalle ripartenze degli avversari che riescono a far girare palla molto bene.
Al 32′ il 2 - 0 di Vlahovic che conclude una bella azione avviata da Castrovilli che scappa sulla trequarti servendo Ribery in area, che mette in mezzo una perfetta pennellata per l’attaccante serbo che non sbaglia e insacca.

nella ripresa la partita torna a giocarla la viola. Al 51′ sempre Vlahovic in campo aperto come nella prima frazione di gioco, ma perde il tempo prima dell’ingresso in area, in pochi minuti prima Caceres con un cross e poi Bonaventura, con un tiro dal limite, provano a chiudere la partita senza però riuscirci.
Poco prima dell’ora di gioco è Reca di destro, a provare ad impensierire Dragowski con un nulla di fatto. Dopo una bella parata di Cordaz che con un bel riflesso disinnesca il colpo di testa del solito Vlahovic; il terzo gol la Fiorentina lo trova con Pezzella, ma viene annullato per un controllo di braccio dello stesso difensore.

Dal 3 a 0 mancato il Crotone ci crede e riesce ad accorciare con Simy che raccoglie un bel cross di Pereira da destra e colpisce di testa, battendo Dragowsky.
Le squadre si allungano con il passare del tempo, ma sono sempre i padroni di casa che gestiscono la partita anche se nel finale per paura del pareggio la viola si chiude e sfrutta le ripartenze.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Igor (69’Martinez Quarta); Caceres, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli (86′ Pulgar), Biraghi, Vlahovic (69′ Kouamè), Ribery (86′ Borja Valero). ALL.: Prandelli.
A disposizione: Terracciano, Venuti, M. Quarta, Barreca, Krastev, Borja Valero, Bonaventura, Callejon, Eysseric, Montiel, Kouame.
CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Marrone, Luperto (86′ Golemic); P. Pereira, Eduardo, Zanellato (77′ Siligardi), Vulic (60′ Benali), Reca; Simy, Messias (86′ Rojas). ALL.: Stroppa.
A disposizione: Festa, Crespi, Ranieri, Marrone, Luperto, Rispoli, Petriccione, Benali, Rojas, Mazzotta, Dragus, Siligardi.
Ha diretto la gara Piccinini di Forlì.
Ammoniti: Igor (Fio), Zanellato (Cro), Ribery (Fio),Pereira (Cro)

Lascia il tuo commento
commenti