OK!Firenze

Gli aranci (amari) di via Cavour. Già malati? Parte l'ispezione regionale

L'ha ordinata l'assessore regionale (e candidata sindaco) Stefania Saccardi. Il comune tira dritto e dice che l'ispezione già stata richiesta.

  • 68
via Cavour via Cavour © ufficio stampa - Comune di Firenze
Font +:
Stampa Commenta

Pochi giorni fa, il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha inaugurato la messa a dimora dei primi alberi d’arancio dei 49 che saranno piantati in via Cavour, per un investimento complessivo di oltre 1 milione di euro. (articolo qui)
Ma fin da subito è stato sollevato il dubbio da un consigliere di quartiere che di mestiere fa l'agronomo che gli alberi siano affetti da un parassita e avrebbero necessitato di isolamento immediato per non infettare altre alberature cittadine. (articolo qui)

Oltre all'atroce dubbio di avere messo a dimora nella strada dov'è la "casa" dei Medici piante di arancio a memoria storica degli aranceti medicei degli già alberi malati c'è la questione non simpatica che queste piante non sono acquistate nel più grande e importante comparto florovivaistico d’Europa, cioè nella vicina Pistoia, ma sono state prese fuori dalla Toscana.
Forse perché la vicina Pistoia è amministrata dal centro destra?

Po chi giorni fa il consigliere regionale FdI Francesco Torselli con un appello pubblico si è rivolto all’assessore regionale all'agricoltura Stefania Saccardi chiedendo se la Regione Toscana avesse verificato le condizioni fito-sanitarie di queste piante per il rischio che possano avere già infettato altri alberi della nostra città.
"Un’altra figuraccia del sindaco Nardella” scrive Torselli sulla sua pagina social.
“Prima di dire che la nostra ricostruzione sugli aranci di via Cavour è priva di fondamento, suggerisco all’assessore Giorgetti di attendere la risposta alla nostra interrogazione da parte dei tecnici della Regione. Oppure è in grado lui di garantire sulla salute delle piante?

"Siccome non siamo tuttologi come l'assessore Giorgetti o il sindaco Nardella, abbiamo ascoltato le parole di svariati tecnici prima di parlare, ma - non ancora soddisfatti - abbiamo anche presentato un'interrogazione per conoscere il parere del servizio fitosanitario della Regione Toscana, qualora questo abbia verificato l'effettivo stato di salute delle piante. afferma Torselli.
Se Giorgetti è così convinto che basti un lavaggio per rinvigorire gli aranci di via Cavour e che la nostra ricostruzione sia priva di fondamento, ci spieghi come mai le ditte che stanno eseguendo lavori si stanno sperticando per racimolare dei nuovi alberelli nei vari vivai della Toscana. Forse qualcuno, avendo visto la bellezza di cui parla l'assessore, ne avrà ordinate qualche decina per abbellire anche il proprio giardino di casa.
Non sarà mice che qualcuno di molto vicino all'assessore Giorgetti abbia dato ordine perentorio di completare i lavori in via Cavour, ad ogni costo, prima delle Elezioni Europee ed Amministrative del prossimo giugno per potersi regalare l'ennesima photo opportunity da stampare su qualche depliant per la campagna elettorale?
 Giorgetti abbia la pazienza di aspettare 15 giorni, a meno che la Regione Toscana non voglia risponderci anche prima dei termini"
conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale.

Stefania Saccardi che ricordiamo essere candidata sindaco per Italia Viva ha preso la cosa molto sul serio ed ha ordinato immediatamente l'ispezione sugli aranci della discordia con una richiesta inviata al servizio fitosanitario della regione toscana per conoscere l'esatto stato di salute di quelle piante con una specifica relazione che faccia chiarezza una volta per tutte, ma anche sulla correttezza della procedura adottata dalla ditta che le ha piantate su progetto di Palazzo Vecchio.

Il comune ha pronta la sua replica.
"Abbiamo letto che la Regione si è attivata per far eseguire una ispezione sanitaria agli aranci di via Cavour. Ma non c'è bisogno: il Comune ha già richiesto autonomamente al servizio fitosanitario regionale una verifica da parte dei tecnici che è già avvenuta lunedì scorso". dichiara l'assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio, Stefano Giorgetti, in riferimento all'approfondimento fitosanitario sugli aranci in via Cavour disposto, dalla vicepresidente della Regione e assessore all'agricoltura Stefania Saccardi anche in seguito ad un esposto del capogruppo Fdi in Consiglio regionale Francesco Torselli.
"Il servizio fitosanitario regionale, si legge in una nota del Comune, è intervenuto con sopralluogo e prelievo di campioni lo scorso 8 aprile, spiegando che i trattamenti da fare sono in attesa di avere i risultati di laboratorio.
Gli uffici precisano "che sono già state eseguite verifiche da parte di agronomi e dell'entomologo e da queste non è emerso niente di significativo. E che per oggi è programmato un sopralluogo dell'entomologo per controllare l'efficacia dei trattamenti".

Quindi nonostante i giri di parole è bene andare avanti con le ispezioni affinchè gli aranci amari di via Cavour non siano solo uno spot elettorale.

Lascia un commento
stai rispondendo a