OK!Firenze

Città Metropolitana vicina alle popolazioni del Mugello

Approvata all'unanimità una mozione. Stanziamento straordinario.

Abbonati subito
  • 290
Immagine di repertorio Immagine di repertorio © N. c.
Font +:
Stampa Commenta

"Gesto di attenzione e vicinanza alla popolazione del Mugello", spiega la Vice Sindaco della Città Metropolitana di Firenze nell'approvare la mozione, votata all'unanimità dopo ampio dibattito, che impegnerà il Sindaco Metropolitano "a stanziare un contributo straordinario, a rimborso degli abbonamenti di Tpl dei cittadini residenti nell'Alto Mugello (per il mancato ripristino della linea ferroviaria Faentina, per le numerose frane, motivo di enorme disagio per i pendolari, soprattutto per gli studenti di Marradi) e a farsi promotore di un percorso con tutti i soggetti pubblici e privati presenti sul territorio: categorie economiche, Regione Toscana, Fondazioni, altri Comuni per costituire un fondo che consenta di erogare contributi straordinari ad hoc (compreso il Tpl) per il territorio dell'Alto Mugello, così duramente colpito dalle recenti calamità naturali.

La mozione è stata approvata all'unanimità dal consiglio della Città Metropolitana, dopo ampio dibattito, e dopo aver ascoltato il toccante resoconto e sentito l'emozione del Sindaco Tommaso Triberti sugli eventi atmosferici catastrofici che hanno ferito il territorio.

Il consigliere Massimo Fratini ha proposta la costituzione di una commissione ad hoc che si recherà a Marradi, nella sede della Protezione Civile, per recepire le esigenze e lo stato di attuazione delle opere messe in campo sul territorio.

All'origine dalle mozione, una proposta di testo del gruppo Centrodestra che il Pd ha emendato. 

"Siamo soddisfatti dell'ampio dibattito e del risultato ottenuto in aula a seguito della mozione presentata dal gruppo di Centrodestra - dichiara Enrico Carpini, capogruppo di Territori beni comuni - Gli emendamenti approvati anche grazie al nostro contributo, hanno consentito un voto unanime che rappresenta in pieno la sensibilità dell'ente metropolitano e dei gruppi politici. Adesso, viste anche le risorse in arrivo sul territorio per le aree interne, è più che mai necessario integrare i vari strumenti di sostegno che sono in campo, ci aspettiamo un coinvolgimento reale delle Commissioni e del Consiglio Metropolitano".

Lascia un commento
stai rispondendo a