OK!Firenze

Come togliere i cattivi odori dal frigo in modo ecologico: trucchi e consigli utili

  • 91
Frigorifero Frigorifero © Ello
Font +:
Stampa Commenta

Il frigorifero è un elettrodomestico indispensabile per la conservazione dei cibi e delle bevande. Succede però a volte che emana cattivi odori, le cui cause possono essere molteplici. Da una cattiva conservazione dei cibi all'usura delle componenti, è necessario capire bene quale sia l'origine del fastidioso odore, anche per valutare se è il caso di sostituirlo o intervenire con rimedi più semplici.
Un frigo che non funziona in maniera eccellente provoca inoltre un aumento dei consumi, che incide sull'assorbimento di energia. Non a caso la manutenzione del frigorifero è tra i consigli per risparmiare in bolletta
In questo articolo vedremo trucchi e consigli utili per togliere i cattivi odori dal frigo in modo ecologico, evitando sprechi e aiutando la natura.

Cattivi odori in frigo: le cause
La causa più comune per i cattivi odori nel frigorifero è la presenza di avanzi di cibo lasciati all'interno per diverso tempo, o posizionati in maniera non corretta.
Ci sono inoltre dei cibi che hanno un odore forte indipendentemente dalle modalità di conservazione, come i formaggi stagionati. Per evitare che si diffonda all'interno dell'elettrodomestico è importante conservarli in un contenitore o coprirli con una pellicola.
Ci sono poi anche cause di tipo tecnico, dovute a cattiva manutenzione o perché l'elettrodomestico è troppo vecchio e alcune parti si sono usurate. In questo caso, è importante verificare che guarnizioni e filtro siano puliti e valutare se è il caso di rivolgersi ai tecnici per la riparazione di guasti agli elettrodomestici a Firenze.

Cattivi odori in frigo: consigli per la pulizia
Per evitare che si sviluppino delle esalazioni sgradevoli, la pulizia periodica dell'interno del frigo è essenziale. Per effettuarla bisogna innanzitutto staccare l'elettrodomestico dalla presa di corrente e aprire lo sportello. Poi si tira fuori tutto ciò che è conservato all'interno e si sfilano cassetti e ripiani, che vanno sgrassati e puliti con un detersivo per i piatti. Per le pareti interne, si consiglia uno spray a base di aceto, da spruzzare in ogni angolo, in particolare tra le pieghe delle guarnizioni. Per mantenere freschezza e buon odore nel frigo, il consiglio è di lasciare una ciotola di bicarbonato bagnato con qualche goccia di olio essenziale, oppure dei chiodi di garofano posti in mezzo ad un limone.

Cattivi odori in frigo: i prodotti naturali
Ci sono diversi prodotti naturali che aiutano a evitare la formazione di cattivi odori in frigo. Il più utilizzato e conosciuto è il bicarbonato. Economico ed efficace, ha proprietà disinfettanti e assorbe i cattivi odori. Si può inserire in un bicchiere e posizionarlo in un angolo del frigorifero. In poco tempo eliminerà i cattivi odori e sanificherà l'interno.
UN altro elemento naturale molto conosciuto per le proprietà sgrassanti e disinfettanti è l'aceto. Ha la stessa funzione del bicarbonato ma, a differenza di quest'ultimo, ha un odore più forte, quindi va usato in piccole dosi. I cattivi odori vengono assorbiti anche dai chicchi di caffè: basterà spargerli sui ripiani per ottenere in poco tempo un ottimo risultato. Per togliere l'olezzo proveniente dal frigo si può anche adoperare il limone, che va tagliato a fette e posizionato all'interno del frigo. Questo trucco ha però una controindicazione: il limone assorbe molto in fretta, ma va sostituito perché si ritira e marcisce.