OK!Firenze

Finanziamenti per le aree montane. Interventi di prevenzione e valorizzazione

Beneficiari saranno le Unioni di comunità montane e i comuni classificati come montani o parzialmente montani e non facenti parte di Unioni

  • 172
Alberi - Montagna Alberi - Montagna © Foto di Larisa Koshkina da Pixabay
Font +:
Stampa Commenta

Sostenere, salvaguardare e promuovere le aree montane. E’ questa la finalità cui sono destinati i 7 milioni di euro provenienti dal Fondo nazionale per lo sviluppo delle montagne italiane (Fosmit) di cui sono state pubblicati due bandi: uno rivolto a interventi di prevenzione del rischio idrogeologico, e l’altro per interventi di salvaguardia e valorizzazione della montagna. Beneficiari di entrambi gli avvisi saranno le Unioni di comunità montane e i comuni classificati come montani o parzialmente montani e non facenti parte di Unioni.

Il primo bando finanzia azioni di prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico, stabilendo una priorità per gli enti rientranti in almeno una delle ordinanze commissariali a seguito degli eventi alluvionali dello scorso novembre. Complessivamente il budget disponibile sarà di 3,9 milioni.

Il secondo bando utilizzerà 3,1 milioni di risorse per finanziare progetti molto eterogenei, volti a tutelare i territori montani e a promuoverli, a contrastare lo spopolamento, a salvaguardare l'ambiente e la biodiversità, a valorizzare l’energia da fonti rinnovabili, a consentire interventi su viabilità e sentieristica.

"Si tratta di risorse preziose per sostenere le aree montane - sottolinea il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani - affinché diventino sempre più un elemento di crescita economica e sviluppo sociale. Per il governo regionale infatti le zone montane hanno un'importanza strategica anche in ottica di interesse regionale per favorire i giovani e il ripopolamento di questi territori".  

“In particolare, in questo caso - dice la vicepresidente e assessora all’agroalimentare e alle aree interne Stefania Saccardi - c’è una attenzione speciale per la prevenzione del rischio idrogeologico: questi fondi ci aiuteranno a rafforzare le difese rispetto a eventi che, purtroppo, sono diventati più frequenti a causa del cambiamento climatico”.

Consulta i due bandi ai seguenti link:

Lascia un commento
stai rispondendo a