OK!Firenze

Ampliamento dei servizi di Endocrinologia all'Ospedale del Mugello

Da novembre si terrà due volte la settimana. Aumentate le prestazioni per migliorare la risposta ai cittadini

  • 428
Ospedale Ospedale © Fotocronache germogli
Font +:
Stampa Commenta

Si prospetta un significativo potenziamento dei servizi ambulatoriali di endocrinologia presso l'Ospedale del Mugello, rappresentando un notevole miglioramento nell'assistenza sanitaria locale. A partire dal mese di novembre, la frequenza delle visite con lo specialista endocrinologo raddoppierà, passando da una a due volte alla settimana. Oltre all'appuntamento del lunedì pomeriggio, verrà introdotto un ulteriore ambulatorio il venerdì mattina, a cura del dottor Enrico Riccio, membro del team di endocrinologia guidato dalla dottoressa Cinzia Pupilli.

La decisione di aumentare la disponibilità di servizi endocrinologici è stata presa dalla direttrice dell'ospedale, la dottoressa Pupilli stessa, che ha voluto rispondere alle esigenze della comunità del Mugello. Questa iniziativa mira a evitare che i cittadini del Mugello siano costretti a spostarsi in altre aree per prenotare visite e trattamenti specialistici.

La direttrice dell'ospedale, Claudia Capanni, ha espresso la sua gratitudine nei confronti della dottoressa Pupilli, già un punto di riferimento fondamentale per le necessità sanitarie del Mugello, per aver ulteriormente potenziato la presenza della SODS Endocrinologia in questo territorio.

Va notato che la struttura principale della SODS Endocrinologia è situata presso il presidio ospedaliero Palagi a Firenze ed è organizzata come una rete di professionisti che operano anche in altre località, tra cui Empoli, Pescia e Prato.

Questo incremento nell'offerta ambulatoriale endocrinologica segna una continuazione di quasi due decenni di assistenza endocrinologica nel Mugello. Tale attività ambulatoriale ha avuto inizio nel 2014 con un importante studio volto a valutare gli effetti della profilassi con sale iodato nell'area del Mugello. L'ambulatorio endocrinologico opera in stretta collaborazione con i medici di medicina generale e con i chirurghi specializzati nella patologia tiroidea.

I pazienti possono accedere a questi servizi su richiesta del loro medico di medicina generale o di un altro specialista. È possibile prenotare una "visita endocrinologica" chiamando il Cup metropolitano al numero 055545454 o attraverso farmacie, parafarmacie e associazioni di volontariato locali. Le prenotazioni vengono gestite tramite un sistema informatizzato che tiene conto dell'ordine cronologico delle richieste.

Lascia un commento
stai rispondendo a