OK!Firenze

Strisce pedonali "fantasma" a Campo di Marte

Dopo tante segnalazioni dei cittadini abbiamo fatto un giro nel quartiere.

  • 120
Le strisce "fantasma" di via Centostelle Le strisce "fantasma" di via Centostelle © Chiara Giovannini
Font +:
Stampa Commenta

Sono mesi che riceviamo segnalazioni (grazie all'ottimo lavoro di Chiara Giovannini del gruppo social di quartiere) da tanti cittadini sulla pericolosità di attraversare la strada su alcune strisce pedonali

Segnalazioni che giungono soprattutto dalla zona di Campo di Marte e che, dopo i gravi incidenti dei giorni scorsi avvenuti in via Senese (leggi qui) e quello mortale a Signa (leggi qui) rendono ancora più urgente un intervento per garantire la sicurezza ai cittadini.

Noi siamo stati in zona Piazza Antonelli / via Centostelle a sentire l'umore (pessimo!) di residenti e commercianti che si sentono oltreché in pericolo anche presi in giro. 

"E' da giugno che facciamo segnalazioni e non succede niente" sottolinea la titolare del negozio di elettronica posto proprio davanti a un attraversamento molto pericoloso. 
Vede nel nostro cronista quasi un'ancora di salvezza, forse l'ultima e chiama a raccolta altri negozianti. Mi fa notare la signora della macelleria a fianco che "Come vede qui sul marciapiede c'è anche l'asfalto per i non vedenti però poi l'attraversamento è pericolosissimo. Peraltro lavori fatti malissimo come vede. Qui hanno lasciato un avvallo che fa sì che quando piove l'acqua ristagna e i non vedenti oltre a rischiare la vita per attraversare si trovano con i piedi bagnati fino mezza gamba ". 
"Abbiamo fatto segnalazioni a tutti, tramite telefono, col presidente del Quartiere, con i consiglieri, scrivendo a tutti ma niente" controbatte un'altra negoziante. "Qui ogni giorno oltre alle persone del quartiere fra cui molti anziani attraversano i bambini della scuola Carducci e i non vedenti". sottolinea.
 

Forse aspettano che ci scappi il morto per intervenire sottolinea qualcuno a mezza bocca puntualizzando che "per ora è andata bene perché hanno già investito tre persone, fortunatamente senza gravi conseguenze".

L'attraversamento incriminato è in effetti molto pericoloso e anche chi vi scrive lo ha testato.
Si trova subito dopo la piazza e le auto, scattate dopo il rosso pochi metri prima, si lanciano sul rettilineo in forte accellerazione, dove le strisce stinte sono rese invisibili la mattina anche dl sole basso sull'orizzonte.

Per altro, ci fa notare un passante, subito dopo l'attraversamento c'è una buca molto grande segnalata da un cartello di pericolo "che è qui a fare arredamento almeno dallo scorso inverno".

Non sono certo messi meglio gli attraversamenti pedonali sull'angolo di Via Volturno e sull'altro angolo della piazza che va verso viale Ugo Bassi e la scuola Carducci.

"Una mattina vennero per ridipingerle poi venne la pioggia e gli operai ricaricarono il furgone e sono andati via senza mai tornare" e il risultato è alcune strisce ridipinte (quelle laterali) e quelle al centro della carreggiata stinte.

Il mio tour prosegue e in via Cento Stelle dove mi colpiscono anche le strisce "fantasma" poste proprio davanti alla scuola Dino Compagni e alla chiesa che quindi immagino molto attraversate.
E pensare che pochi giorni fa qui era mezza Giunta comunale per inaugurare il grande murales dedicato a Margherita Hack...
Messe ancora peggio quelle quasi ad angolo con viale De Amicis, in curva, in diagonale rispetto la carreggiata e tutte stinte.

Il giro nel Quartiere prosegue in via Aretina, in Via Gioberti e in via Scipione Ammirato e in molti casi la situazione è molto border line.

Possibile che non si possano mappare gli attraversamenti storicizzando le date degli interventi per poi reintervenire periodicamente al bisogno senza mettere a repentaglio la sicurezza dei fiorentini?

Noi attendiamo fiduciosi nella certezza che l'amministrazione che tiene alla sicurezza stradale in città come spesso sottolineato anche dal Sindaco Dario Nardella possa provvedere.

Una tirata d'orecchi per la difficile comunicazione coi citadini però è doverosa....





 

Lascia un commento
stai rispondendo a