OK!Firenze

Terremoto: il grido d'allarme del sindaco di Palazzuolo sul Senio: "Abbiamo più danni che a Marradi"

Danneggiati i centri della socialità del paese.

  • 648
la transennatura alla pieve la transennatura alla pieve © OkNews24
Font +:
Stampa Commenta

Gian Piero Moschetti sindaco di Palazzuolo sul Senio è preoccupato. Non se l'aspettava nemmeno lui che la seppur forte scossa delle 5,10, di 4.8 gradi di magnitudo Richter che ha svegliato mezza Italia ieri mattina insieme allo sciame di altre 100 scosse registrate dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nell'arco della giornata che hanno tutte avuto come epicentro Marradi provocasse così tanti danni a Palazzuolo sul Senio che con Marradi confina ma in un territorio ampissimo; anzi come afferma lui stesso "Abbiamo più danni che a Marradi.".

Lo raggiungiamo al telefono mentre è insieme all'ingegner Gori dell'antisismica della Protezione Civile della Regione Toscana a fare sopralluoghi e quindi facciamo una "contabilità dei danni work in progress in diretta".

"Il Palazzo Comunale, la scuola primaria, la scuola dell'infanzia e la chiesa sono danneggiati". afferma "ma siamo adesso a fare tutte le verifiche necessarie gli edifici".

Gli facciamo notare proprio la preziosa pieve di Misileo (che qualche problema già lo aveva) risulta la più danneggiata e il sindaco sottolinea che "la pieve è un problema molto importante dal punto di vista storico ma al momento nell'emergenza dobbiamo pensare alla vita sociale".

Lo lasciamo al sopralluogo e facciamo un po' di riepilogo

In totale oltre agli edifici pubblici citati risulta inagibile un abitazione e altre trenta danneggiate e alcuni residenti sono sfollati. 
Un piano intero della scuola primaria è risultato insicuro e quindi reso inagibile così come una parte dell'asilo.

per chi non potrà fare ritorno nelle case dichiarate inagibili è prevista da stasera la zona di sfollamento nella palestra della scuola e anzi il sindaco assicura che lì si potranno recare anche coloro che non si sentono sicuri a restare in casa.

Per quanto concerne la riapertura delle scuole si cercherà dopo la fine dei sopralluoghi odierni di capire se sarà possibile riaprirle mercoledì.

Quanto alla preziosa pieve di Giovan Battista a Misileo sono stati transennati il loggiato e le cappelle laterali, ma pare si siano spostati gli archi della volta.

Quanto alla conta dei danni al momento sono inquantificabili.

Lascia un commento
stai rispondendo a