Ultimo giorno per portare gli alberi di Natale (in vaso e con radici) nel treesetting di Scandicci

A Poggio Valicaia oggi 16 gennaio dalle 10 alle 17 ultima data per portare i propri alberi di Natale in "custodia".

Ambiente
visibility28 - domenica 16 gennaio 2022
di redazione
Più informazioni su
Albero di Natale
Albero di Natale © Pixabay

Domenica 16 gennaio dalle 10 alle 17 al Parco di Poggio Valicaia sulle colline di Scandicci (via della Poggiona 6a), oppure domenica 16 dalle 8 alle 14 all’eco centro di Alia Servizi Ambientali SpA in viale Guidoni presso il Parco San Donato di Firenze, sono le ultime occasioni per consegnare il proprio albero di Natale (in vaso e con radici) per il Treesitting a Poggio Valicaia.

In pratica gli alberi, ai quali i padroni dovranno dare un nome prima della consegna, saranno annaffiati e curati dai gestori del parco di Poggio Valicaia per i prossimi 11 mesi, fino a dicembre 2022 quando saranno ripresi per il Natale 2022.
Costo complessivo per le famiglie 10 euro.
I proprietari degli alberi in custodia potranno seguire la crescita e le cure dei propri abeti tramite la app e il sito www.treesitting.it , oppure facendo visita al Parco per una passeggiata nei mesi primaverili ed estivi.
Al momento, gli alberi riconsegnati a gennaio 2022 al Parco di Poggio Valicaia sono 101.

Come spiegano gli organizzatori del Treesitting, le famiglie che non hanno possibilità di spostarsi possono chiedere il ritiro dell’abete anche a domicilio con un contributo di 10 euro per il ritiro (per fissare scrivere un messaggio whatsapp al 3474361862 con indirizzo, nome e cognome sul campanello, numero di cellulare ed email del proprietario dell’albero).

Cos’è il Treesitting
Il Treesitting è un’iniziativa nata 4 anni fa, ideata e curata dalla Direzione del Parco Museo di Arte Ambientale di Poggio Valicaia, è unica esperienza presente sul territorio regionale. Per partecipare al Treesitting basta avere o acquistare un abete vero, con radici (sia esemplari proposti dagli organizzatori sia alberi di altra provenienza), dargli un nome, e dopo la Befana lasciarlo in custodia al Parco di Poggio Valicaia per il periodo da gennaio a dicembre; gli alberi in custodia possono essere seguiti dai proprietari tramite la app e il sito www.treesitting.it , oppure facendo visita al Parco per una passeggiata nei mesi primaverili ed estivi; gli organizzatori del servizio spiegano che nei casi in cui gli alberi non sopravvivano, per mancanza di radici o per aver sofferto il caldo in appartamento, o laddove il cittadino non sia poi interessato al ritiro l’anno successivo il contributo annuo di 10 euro non viene richiesto. Le attenzioni riservate alle piante durante gli 11 mesi di custodia, tuttavia, sono le migliori possibili, prova ne è che su 618 alberi consegnati in quattro anni di attività, provenienti da sette comuni, ben 460 sono stati riconsegnati.

Il parco di Poggio Valicaia
Situato sulle colline di Scandicci in via della Poggiona, ad un’altezza di 370 metri su un’estensione di 68,5 ettari, Poggio Valicaia dal 1979 è un parco pubblico del Comune di Scandicci, e dal 2003 assume la veste di Museo di Arte Ambientale.
Sulla sommità si trovano due olivete, da cui si produce olio extravergine di oliva a bassissima acidità certificata, ed il pratone che circonda la casa colonica Domus Valicaia, per eventi privati e convegni; nel Parco ci sono inoltre bagni accessibili, un bar bistrot all’ingresso, un bar in cima alla collina adiacente alla zona con i barbecue ed all’area pic nic con i tavolini, un laghetto ed un teatro naturale con vista su Firenze.
A seguito di bando pubblico il Parco Museo di Arte Ambientale di Poggio Valicaia è gestito da Il Giglio del Campo Onlus in team con altre associazioni, enti e professionisti e dal 2018 è un parco a plastica zero.

Le istruzioni
Controllare che il proprio abete vero con radici stia bene: non sia già secco, non perda aghi, e che i rami e gli aghi non stiano cambiando colore. Poi scegliere un nome, scriverlo in una piccola targhetta e legarla al tronco insieme al nome e cognome del proprietario. Consegnare l’albero nei luoghi e nelle ore fissate oppure richiedendo il servizio a domicilio. Riprendere il proprio albero prima dell’inizio delle feste di Natale 2022.

Lascia il tuo commento
commenti