Al via i centri estivi a Campi Bisenzio

Le associazioni, gli spazi, i rimborsi: ecco cosa c’è da sapere.

Attualità
visibility5 - mercoledì 09 giugno 2021
di La Redazione
Più informazioni su
bambini
bambini © Hier und jetzt endet leider meine Reise auf Pixabay aber da Pixabay

Sono 11 i centri estivi (https://www.comune.campi-bisenzio.fi.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/13725) organizzati in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio; grazie all’impegno delle associazioni convenzionate, i posti a disposizione saranno oltre 400 e le attività inizieranno già da lunedì 14 giugno.

Il Comune ha previsto la concessione gratuita degli spazi per le associazioni che ne hanno fatto richiesta, mettendo così a disposizione importanti aree pubbliche come la Limonaia e il giardino di Villa Montalvo, il Parco "Iqbal" e le palestre e i giardini di molte scuole comunali (Andersen, Tosca Fiesoli, Lorenzo Il Magnifico).

Il bilancio comunale prevede lo stanziamento di una somma superiore ai 110.000€, necessaria ad attivare le convenzioni, ad assicurare la copertura delle rette per un massimo di 6 settimane per i bambini segnalati dai servizi sociali e a confermare le agevolazioni per le famiglie a basso reddito e per i bambini portatori di handicap.

- Concessione gratuita degli spazi per l'associazione che hanno fatto richiesta (palestra Lorenzo Il Magnifico, Tosca Fiesoli, Andersen, Iqbal)
- Copertura delle rette per un massimo di 6 settimane per i bambini segnalati dai servizi sociali

In particolare l'amministrazione comunale ha previsto:

a fronte dell’inserimento di bambini portatori di handicap, il rimborso orario per ogni educatore che il gestore mette a disposizione aggiuntivamente rispetto a quello previsto;

il rimborso delle somme relative ad esoneri o riduzioni delle rette: è previsto un rimborso del 50% della retta pagata, fino ad un massimo di 4 settimane. Per tali rimborsi, verrà approvato uno specifico Avviso pubblico per la raccolta delle domande che verrà pubblicato sul sito internet del Comune e nelle sedi dei gestori dei centri estivi;

il rimborso forfettario quale contributo per la pulizia, igienizzazione ecc. degli spazi utilizzati e per l'acquisto dei DPI (mascherine, gel, guanti) per bambini e ragazzi frequentanti i centri;

la promozione dei centri estivi attraverso canali cartacei e digitali per presentare attività, spazi e date.

L’Assessore Monica Roso spiega: «Il valore socio educativo dei centri estivi è indiscutibile, come pure la necessità per i ragazzi di tornare a stare insieme. Le agevolazioni che abbiamo previsto permetteranno a tutti di accedere a questa meravigliosa possibilità».

Il Sindaco Emiliano Fossi: «Il tessuto associativo campigiano si è mostrato ancora una volta estremamente sensibile alle necessità delle famiglie. I centri estivi sono organizzati da realtà estremamente qualificate, che permetteranno ai ragazzi di divertirsi e recuperare quella socialità di cui tutti noi abbiamo un gran bisogno.»

Lascia il tuo commento
commenti