Mala movida: i comitati del centro storico e dell'Oltrano in assemblea pubblica

Attualità
visibility17 - domenica 19 giugno 2022
di redazione
Più informazioni su
movida in via de Benci
movida in via de Benci © n.c.

I comitati "manoiquandosidorme" ed "Oltrarno Futuro", a fronte dell'evidente peggioramento della qualità della vita dei residenti nel centro storico di Firenze e della vivibilità dell'ambiente hanno organizzato un'assemblea aperta a tutti i cittadini interessati lunedì 20 giugno alle ore 21 in Piazza dei Ciompi, 11 presso il Circolo Arci.
 

"Verranno trattate - leggiamo nel comunicato atampa - le questioni relative agli effetti devastanti provocati dai processi di gentrificazione (avvenuti ed "in fieri") nei contesti di vita della residenza in Centro Storico, in Oltrarno e nelle zone immediatamente circostanti.
Metteremo in campo iniziative mirate a porre all'attenzione dell'opinione pubblica e al centro della politica cittadina, le tematiche riguardanti i ''modello di città'' ed il quadro complessivo delle questioni della VIVIBILITA' e della QUALITA' della VITA della popolazione residente in tali contesti.
Questa Assemblea in Centro Storico - riva destra fa seguito a quella già svoltasi pochi giorni fa in Oltrarno, dove, nel corso del dibattito, è stato dato avvio alla raccolta delle firme necessarie per richiedere un Consiglio di Quartiere 1 aperto.
Abbiamo annunciato che prossimamente sarà indirizzata al Presidente ed ai consiglieri del Consiglio Comunale la richiesta di un Consiglio Comunale aperto.   

Come nella precedente in Oltrarno, anche in questa Assemblea non sarà indicato un preciso ordine del giorno; è comunque prevedibile che gli argomenti oggetto di discussione saranno, come al solito, quelli relativi a:
- rumore (inquinamento acustico) e del diritto al sonno ed alla salute dei residenti;    
- sosta abusiva negli stalli riservati ai residenti in ZTL ed in ZCS e della tutela dell'ambiente dall'invasione della sosta selvaggia;
- trasporto pubblico locale,  ovvero alla necessità di aumentare la frequenza delle corse ed estenderne l'orario serale/notturno a livello cittadino;  
- effetti deleteri, sulla salute e sui comportamenti, del consumo di alcol, in particolare, ma non solo, sulle giovani generazioni;
- tutela della qualità ambientale ed igienica nei contesti aggrediti da iperturismo, mangificio, movida;
e quanto altro.
 
Lascia il tuo commento
commenti