Firenze vieta gli alcolici dalle 16 alle 22 da venerdì a domenica per bloccare la malamovida

Con l'Ordinanza Nardella arriva il giro di vite anti assembramenti

Cronaca
visibility978 - lunedì 08 marzo 2021
di Redazione
Più informazioni su
stop al drink selvaggio
stop al drink selvaggio © bridgesward da Pixabay

Divieto di vendita e di asporto per alcolici e superalcolici dalle ore 16 alle ore 22 il venerdì, il sabato e la domenica a Firenze.
Lo ha annunciato il sindaco Dario Nardella, aggiungendo che sarà anche introdotto un divieto di stazionamento in alcune aree del centro dove si sono verificati assembramenti di recente.
"Mercoledì - ha detto - porterò il provvedimento, che sarà un'ordinanza, al Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Queste nuove restrizioni cominceranno ad essere applicate da venerdì".

Secondo Nardella "il consumo di alcolici è la principale, non l'unica ma la principale causa di assembramenti in spazi pubblici come piazza della Repubblica, piazza Santo Spirito e anche in alcune aree verdi".

Il divieto di stazionamento, già applicato nell'area di Sant'Ambrogio, piazza dei Ciompi, Borgo La Croce e via Pietrapiana, sarà allargato in piazza Santissima Annunziata, piazza della Repubblica, via Pellicceria e piazza Santo Spirito.

Tanti però storgono la bocca perchè questa nuova ordinanza colpisce ancora le categorie economiche più penaizzate come i bar e si dimentica che la vendita libera ad ogni ora di alcolici nei supermercati e nei mini market dove spesso si ignora anche l'età dei clienti sono la vera causa del problema assembramenti.
"Arrivano con zaini e sacchetti della spesa pieni di bottiglie comprate chissa dove" sostengono molti cittadini e i rappresentanti di alcuni comitati.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Federica Cellerini ha scritto il 09 marzo 2021 alle 07:50 :

    Dovete vaccinare i dipendenti dei supermercati!!!!!persone più esposte e a rischio!!! Rispondi a Federica Cellerini

  • Max deltaglia ha scritto il 08 marzo 2021 alle 20:37 :

    Caro Sig. Sindaco ma, di Piazza del Carmine, non se ne tiene conto? Qui, in zona, esistono tanti esercenti che (a costo di dover licenziare dipendenti e rischiare le propria attività) seguono le regole (giuste o sbagliate che siano): Le pare giusto che esistano realtà che, altamente, se ne fregano? È, forse, il gioco delle 3 scimmie? Sinceramente son disgustato Rispondi a Max deltaglia