OK!Firenze

Caos dei trasporti nel Fiorentino: sciopero, terremoto e linee interrotte. Cappelletti: "Tutti facciano velocemente la propria parte"

Cappelletti, consigliera metropolitana della Lega ha contattato questa mattina il Ministro delle Infrastrutture

  • 221
Treno Trenitalia Treno Trenitalia © VisualHunt
Font +:
Stampa Commenta

La Faentina interrotta da mesi a causa dell'Alluvione avvenuta a maggio in Emilia Romagna e che ha coinvolto anche l'Alto Mugello e lo sciopero programmato per oggi, Lunedì 18 settembre 2023, si sono sommati allo sciame sismico di questa notte con epicentro nella zona di Marradi. Un insieme di fattori che hanno determinato importanti ritardi nella linea ferroviaria che collega Firenze al Mugello con ripercussioni sull'intera provincia. 

In tal merito si è espressa ed subito adoperata la consigliera metropolitana Cdx Cecilia Cappelletti:

"A causa del terremoto di questa mattina nell'Alto Mugello, molti treni, anche in Valdisieve, sono stati soppressi sia quelli provenienti da Arezzo che da Borgo San Lorenzo, senza contare che la Faentina è interrotta da mesi. Enormi sono i disagi per i pendolari, soprattutto studenti, che da Marradi devono raggiungere le scuole fiorentine o romagnole.

Questa mattina presto, ho contattato il Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini che era già al lavoro per risolvere il problema.

E' necessario che tutte le istituzioni, ognuna per le proprie competenze e responsabilità,  faccia velocemente la propria parte: la Città Metropolitana, nell'attesa che strade e linea ferroviaria vengano ripristinate,  deve mettere in atto quanto occorre per essere di aiuto ai tanti studenti e cittadini mugellani, soprattutto quelli di Marradi e Firenzuola, stanziando contributi speciali per far fronte alle difficoltà che stanno subendo nel trasporto pubblico".
 

Lascia un commento
stai rispondendo a