OK!Firenze

Un fil rouge lungo ventotto secoli. Da Esopo a Renato Ridolfi

Questo evento non vuole essere solo celebrativo, ma anche esplicativo, sottolineando l'importanza dell'opera di Renato Ridolfi, Nondum...

  • 102
il 21 giugno alle ore 21:00
Un taglio della locandina dell'evento Un taglio della locandina dell'evento © Centro Studi Campaniani
Font +:
Stampa Commenta

Il Centro Studi Campaniani "E. Consolini" organizza un evento speciale dedicato al compianto Renato Ridolfi, che si terrà venerdì 21 giugno alle ore 21. Il tema dell'incontro, "Un fil rouge lungo ventotto secoli: da Esopo a Renato Ridolfi", rende omaggio a Ridolfi, riconoscendolo non solo per la sua poliedrica personalità, ma anche per la sua eccellenza come linguista.

Questo evento non vuole essere solo celebrativo, ma anche esplicativo, sottolineando l'importanza dell'opera di Renato Ridolfi, Nondum matura est, nel contesto della tradizione favolistico-satirico-moraleggiante iniziata da Esopo 28 secoli fa. Le favole di Esopo, adattate da Fedro alle peculiarità del latino e poi rivisitate da Jean de la Fontaine con le sonorità barocche del francese del XVII secolo, trovano nuova vita nel dialetto marradese grazie a Ridolfi, che dimostra così il valore linguistico del dialetto locale.

Questo incontro rappresenta un'opportunità per tramandare ai giovani il patrimonio culturale delle loro radici, affinché possano costruire il loro futuro con una profonda consapevolezza del passato.

Lascia un commento
stai rispondendo a