OK!Firenze

Incidente a Rosignano, è di Pontassieve una ragazza sopravvissuta: era in auto con il 21enne Acciai, morto sul colpo. L'auto a folle velocità e lo choc

A 48 ore distanze sono sempre di più le informazioni al riguardo le persone coinvolte nel grande incidente al casello autostradale di Rosignano

  • 5698
Incidente al casello autostradale di Rosignano Incidente al casello autostradale di Rosignano © Vigili del Fuoco della Toscana
Font +:
Stampa Commenta

Sono passate più di quarantotto ore dall'incidente verificatosi al casello autostradale di Rosignano. Tre le persone a perdere la vita, sei i feriti. È questo il bilancio definitivo dell’incidente che si è verificato domenica, 2 giugno, al casello autostradale della A12 tra Rosignano Marittimo e Rosignano Barriera, nel Livornese, in direzione Roma. Un incidente enorme, uno choc pazzesco per l'Italia intera. 

Alle ore 13 circa un'auto nera è schizzata a folle velocità contro il casello e guidata dal tedesco Robert Friendrich Fendt con al fianco la moglie Cornelia Maria Schubert, 68 anni: entrambe deceduti. Un impatto fatale che non ha lasciato alcuno scampo neanche al fiorentino Marco Acciai, 21 anni che stava conducendo una 500 rossa, ferma al casello in attesa di passare il pedaggio. Il ragazzo, deceduto sul colpo, si trovava in viaggio con la fidanzata L.M., di 29 anni, che è miracolosamente sopravvissuta al terribile incidente. La loro auto, infatti, è stata la prima ad impattare con l'auto guidata da Fendt. 

L. vive a Pontassieve assieme alla famiglia, nella zona dei Villini. Soccorsa e trasportata presso l'Ospedale di Livorno, è stata dimessa nella giornata di ieri. Una situazione, tuttavia, molto delicata in quanto si troverebbe sotto un forte stato di choc senza dubbio giustificato dalla tragicità di quanto ha vissuto in quei terribili momenti. 

Acciai, fiorentino, a differenza di quanto era venuto fuori in un primo momento a poche ore dalla tragedia, non viveva in uno dei Comuni della Valdisieve. I ragazzi non convivevano e si erano conosciuti sul luogo di lavoro dove era nata una bella relazione. Quella domenica si stavano recando a Cecina per trascorrere una serena giornata ma il destino è stato beffardo. Pochi secondi hanno cambiato completamente le loro vite. 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a