OK!Firenze

Lista civica Bene Comune. Bene le agevolazioni nei trasporti per gli studenti

Ben vengano tutte le misure volte a diminuire le difficoltà di chi studia fuori dalle città e incentivano gli studenti e le nostre studentesse a frequentare.

  • 133
trasporto pubblico trasporto pubblico © NN
Font +:
Stampa Commenta

Venerdì 22 Settembre si è svolto il Consiglio Comunale di Firenzuola, tra i vari punti si è discusso e approvato lo Schema di Convenzione tra Comune di Firenzuola e Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve, per la “l’abbattimento costi per trasporto studenti” una misura prevista da anni che finalmente prende forma.  L’accordo, che dovrà essere sottoscritto con l’Unione dei comuni Valdarno e Valdisieve mette a DISPOSIZIONE DEL COMUNE DI FIRENZUOLA 13.000 EURO L’ANNO PER 3 ANNI;  Tra non molto sarà pubblicato il bando dove saranno specificati i requisiti per ottenere il contributo.

Recentemente anche l’iniziativa “BONUSBACK TPL STUDENTI”, promossa dalla Città Metropolitana di Firenze e inserita nell’ambito del Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile), prevede un sostegno economico per gli studenti e le loro famiglie dell’Alto Mugello. Per venire incontro ai disagi provocati dal maltempo e da eventi sismici, LA QUOTA DI RIMBORSO DEL BONUS È STATA PREVISTA NELLA MISURA DEL 50% DEL COSTO TOTALE DELL’ABBONAMENTO, PER GLI STUDENTI DEI COMUNI DI FIRENZUOLA, MARRADI E PALAZZUOLO SUL SENIO”. 

Un ulteriore contributo alle famiglie è quello approvato dal governo con il “BONUS TRASPORTI 2023”, che prevede il contributo di 60 euro per l'acquisto di abbonamenti ai mezzi pubblici locali, regionali e interregionali ed è a disposizione degli studenti con un reddito entro i 20 mila euro. Il Bonus trasporti 2023 nasce per supportare famiglie e singoli contro il caro-energia, SI PUÒ RICHIEDERE OGNI MESE PER UN MASSIMO DI 60 EURO DURANTE I CLICK DAY ORGANIZZATI DAL MINISTERO. IL PROSSIMO APPUNTAMENTO PER RICHIEDERE IL CONTRIBUTO È IL 1° NOVEMBRE ALLE ORE 8:00. 

Gli abbonamenti annuali per le famiglie degli studenti, sia per Borgo San Lorenzo che per Imola, costano tra le 400 e le 500 euro, una spesa che sicuramente grava molto sull’economia delle nostre famiglie.  Tutti i contributi in precedenza elencati consentono alle famiglie di avere nella sostanza il rimborso di tutto il costo sostenuto per acquistare l’abbonamento annuale per gli studenti.  

Considerazioni finali. Ben vengano tutte le misure volte a diminuire le difficoltà di chi studia fuori dalle città e incentivano i nostri studenti e le nostre studentesse a frequentare gli istituti fuori Comune. Siamo uno dei Comuni con la più alta dispersione scolastica, che molto probabilmente è legata anche al viaggio che occorre per raggiungere le scuole superiori; questo aiuto rappresenta anche un incentivo, visti i disagi enormi che sono stati vissuti anche dagli studenti a causa della recente alluvione che ha causato moltissime frane. 

Riteniamo molto importanti queste iniziative che mettono la scuola al centro dell’attenzione delle pubbliche amministrazioni prevedendo un grande incentivo e un sostegno per utilizzare al meglio i mezzi pubblici, per favore un modello di vita sostenibile che è un obiettivo primario della nostra visione della società. 

Inoltre, con questi interventi che promuovono la cultura del trasporto pubblico, si disincentiva l’uso dell’auto privata e si riducono le emissioni nocive nell’aria, con vantaggi per l’ambiente e la salute di tutti i cittadini. 

Lascia un commento
stai rispondendo a