OK!Firenze

Mugello protagonista con La Torre Osteria et Bottega per "Io sono fiorentino"

Ad offrire i prodotti protagonisti della serata-evento del 26 ottobre saranno tre aziende agricole toscane.

  • 674
Leonardo e Lorenzo Dugheri Leonardo e Lorenzo Dugheri © NN
Font +:
Stampa Commenta

Giovedì 26 ottobre il Mugello sarà protagonista di “Io sono fiorentino” l’iniziativa ideata da Confcommercio Firenze-Arezzo nell’ambito del progetto regionale “Vetrina Toscana” per promuovere la qualità dell’enogastronomia locale e le produzioni tipiche di filiera corta, con il sostegno di Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana, il contributo di Unioncamere e Camera di Commercio di Firenze e la preziosa collaborazione di Coldiretti Firenze-Prato. Sarà infatti La Torre Osteria et Bottega di Scarperia e San Piero a ospitare la tappa di ottobre, dedicata a tre prodotti principe del menù autunnale “made in Tuscany”: cavolo nero, cinghiale e marroni.


La Torre Osteria et Bottega
Dal 2012 Leonardo e Lorenzo Dugheri sono alla guida del poliedrico locale: ristorante sempre, ma anche pizzeria di sera e di giorno bottega con vini, prodotti locali e merende a base di gustose schiacciate e panini farciti. I due fratelli mugellani propongono una cucina tradizionale affiancata da proposte contemporanee che cambiano ogni mese, a seconda della stagionalità dei prodotti. Anche le pizze seguono la loro ‘filosofia del cucinare’: le “pizze vecchia scuola” sono infatti i grandi classici della pizza rivisitati in chiave moderna. Ad impreziosire la carta dei vini e delle birre, già ricca di etichette locali, anche due liquori di propria produzione, l’amaro “Elisir degli Dei” e la Sambuca.


La cena: menù d’eccellenza a 20 euro
I prodotti del territorio protagonisti della cena del 26 ottobre - aperta a tutti su prenotazione al costo convenzionale di 20 euro bevande escluse - saranno il cavolo nero, il cinghiale e il marrone, che l’estro e la bravura di Leonardo e Lorenzo valorizzeranno in un menù che prevede farinata di cavolo nero, raveggiolo di pecora e rigatino di Cinta Senese; poi tortelli mugellani di patate e marroni, olio, rosmarino e Parmigiano; fegatelli di cinghiale, millefoglie di polenta ai marroni e francesina di Riccianico; maritozzo di marroni, ricotta di capra di Pagliana agli agrumi; pane ai marroni.
 
Come prenotare
Obbligatoria la prenotazione, contattando direttamente La Torre Osteria et Bottega al numero di telefono 055 840 2240 oppure scrivendo a [email protected]. Il locale si trova in Loc. La Torre a Scarperia (Scarperia e San Piero, Firenze) Sp. 551.
 
I produttori
Ad offrire i prodotti protagonisti della serata-evento del 26 ottobre saranno tre aziende agricole toscane. Il cavolo nero, ortaggio immancabile della tavola invernale toscana, è quello coltivato e raccolto dall’azienda agricola Poggio Paretaio nel comune di Rufina. Un’azienda giovane, nata nel 2021 dall’idea di tre ragazzi che praticano un’agricoltura biologica nel rispetto della terra e dell’ambiente, con lo scopo di creare un sistema nel quale tutti gli elementi sono utili gli uni agli altri. Il fegato di cinghiale arriverà dall’azienda agricola Orto Torto , situata nel piccolo borgo di Rapezzo a Firenzuola. L’azienda coltiva e produce ortaggi impiegati per la trasformazione e per l’alimentazione degli animali da cortile da carne e da uova, da cui produce carne e trasformati, oltre le uova. La cacciagione, abbattuta nel rispetto dei piani stabiliti dalla Regione Toscana, è lavorata con la massima professionalità. L’azienda agricola La Fenice di Vicchio del Mugello fornirà invece marroni e farina di marroni. Il nobile frutto, un tempo generoso “pane dei poveri” e oggi prelibato ingrediente per piatti raffinati, è raccolto secondo ritmi e tempi della tradizione antica, con presenza, lavoro e fatica, con consapevolezza del valore unico che il marrone del Mugello rappresenta per il territorio e per la gente che lo custodisce da generazioni.

Lascia un commento
stai rispondendo a