OK!Firenze

Palazzuolo sul Senio - La frazione di Mantigno in musica

Concerto della Banda Musicale di Palazzuolo sul Senio

  • 180
La banda di Palazzuolo La banda di Palazzuolo © NN
Font +:
Stampa Commenta

Domenica 21 aprile 2024 nel Piazzale della Chiesa dalle ore 16.00 alle 17.15 Concerto della Banda di Palazzuolo sul Senio e dei Frustatori  (Sciucaren) del gruppo Cassani.  Alla fine del Concerto (ore 17.30) ci sarà la possibilità di gustare ottime lasagne al forno. Il potrà acquistarle direttamente dal gestore della ristorazione. Il Corpo Bandistico "Giulio Savoi" di Palazzuolo sul Senio (FI) ITALIA è nato alla fine del 1700  ed è intitolato al Maestro Giulio Savoi che fu direttore della nostra Banda dal 1886 al 1940. Dopo un periodo di inattività durato circa vent’anni (dal 1966 al 1980)  la Banda è stata ricostituita nel 1981 grazie all’interessamento di alcuni palazzolesi, guidati dal nostro compianto Presidente Antonio Poli e dal Maestro Renato Soglia, che, dal 1981 ne cura la  Direzione Musicale. 

Attualmente il numero dei componenti della Banda supera le 40 presenze. Gli esecutori locali, residenti nel Comune di Palazzuolo, hanno imparato a suonare gli strumenti tramite i corsi musicali gestiti dalla banda. Altri esecutori provengono dal Corso a Indirizzo Musicale della Scuola Strocchi di Faenza e sono tutti alunni (o ex alunni) del Maestro Soglia.

Il Corpo Bandistico "Giulio Savoi" in questi ultimi 40 anni, ha effettuato oltre 500 uscite pubbliche: la Banda è stata invitata ad importanti manifestazioni musicali e Folkloristiche in Italia (Verona, Viareggio, Roma, Pavia, Rimini) ed ha effettuato ben 23 Tournèe all’estero (Croazia, Francia, Cecoslovacchia, Svizzera). 

Inoltre, nel 2002,  ha eseguito musica nella Sala Nervi del Vaticano alla presenza del Papa, Karol Woytijla. 

In occasione del Concerto a Mantino il Corpo Bandistico di Palazzuolo eseguirà un programma di musica folcloristica  si esibirà insieme ai Frustatori del gruppo CASSANI.

I frustatori (schiocca tori di frusta a tempo di musica)anche chiamati in dialetto romagnalo S'ciucaren” faranno schioccare le loro fruste sottolineando ritmicamente le musiche eseguite dal Gruppo Musicale creando in questo modo uno spettacolo unico nel suo genere e apprezzato in tutto il mondo;

Gli S'ciucarenfacendo roteare le loro fruste, consentono al punto terminale della frusta di superare e "sfondare" il muro del suono (oltre 1.200 Km orari).  E’ l’unico caso in cui, con la sola forza umana, si riesce a far superare ad un oggetto tale velocità.

Il punto terminale è chiamato, in dialetto romagnolo, "schiocchino" e di conseguenza coloro che fanno "schioccare" la frusta vengono definiti "sciucaren"

 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a