Sesto Fiorentino: degrado e teppismo nel parcheggio di via Gramsci

La denuncia arriva da Romeo Rosano (Fdi). Si accende così ad un mese dalle urne la campagna elettorale di Sesto Fiorentino.

Cronaca
visibility17 - lunedì 13 settembre 2021
di Redazione
Più informazioni su
parcheggio di via Gramsci
parcheggio di via Gramsci © ufficio stampa

Degrado, abbandono, incuria e baby gang a spadroneggiare anche nel centro del paese di Sesto Fiorentino. E' questa denuncia che arriva da Romeo Rosano di Fratelli d'Italia e che accende di fatto la campagna elettorale delle amministrative a un mese dalle elezioni.

"E' questa una delle denunce che ormai da tempo andiamo facendo inascoltati, è una situazione che sta assumendo contorni che hanno del preoccupante e che però non trovano riscontro ne ascolto da parte di questa ormai uscente Amministrazione. Un degrado che investe l'ambiente, trascurato quando non vandalizzato, è un degrado che vede delinquenza minorile (la ormai famosa baby gang) agire indisturbata in tutto il centro del Comune." dichiara Rosano.

La galleria d'immagini e ricca e sconcertante e rimanda all'area del centrale parcheggio di via Gramsci, luogo ormai considerato da molti cittadini pericoloso da frequentare di sera ma anche di giorno.

Murri imbrattati, arredi divelti, parchimetri distrutti e vandalizzati e addirittura tre estintori su cinque totalmente distrutti e ridotti ad un intreccio di nodi che in caso di bisogno impedirebbero alcun intervento tempestivo.
Una situazione a sentire Rosano segnalata da oltre mesi all'amministrazione comunale, ai Vigili urbani, all'URP più volte e da mesi.

"Dimenticanza? Trascuratezza? Strafottenza? Non sappiamo come definirla", rposegue Rosano. Certo è che la situazione si va ripetendo un po' dovunque, piazza  de Amicis, largo 5 maggio, attrezzature per l'infanzia poste in vari giardinetti (vedasi quello di piazza S.francesco). Eppure pensavamo che, almeno in prossimità di elezioni comunali ,si facessero lavori che da tempo dormivano il sonno della dimenticanza.".

Lascia il tuo commento
commenti