Via Gioberti e Piazza Beccaria si trasformano in un parcheggio

Caos totale fra via Gioberti e Piazza Beccaria che dopo poco più di un anno dalla riqualificazione che doveva migliorarle hanno più problemi di prima per sosta selvaggia dopo la moltiplicazione dei tavolini

Cronaca
visibility614 - sabato 27 giugno 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Imbuto Gioberti
Imbuto Gioberti © Ok!News24

Continua anche dopo la riqualificazione che per accontentare tutti ha scontato molti l' eterno contrasto tra residenti e commercianti di via Gioberti. I lavori di poco più di un anno fa (terminati a novembre 2018) se da una parte hanno portato all'allargamento (atteso) dei marciapiedi dall'altro ha portato all'inevitabile taglio di posti auto e moto.

La sosta selvaggia di auto e furgoni per le botteghe che hanno già abbattuto molti dei paletti messi per impedirne il parcheggio è iniziata da subito dopo l'inaugurazione ufficiale, ma è sempre stato il tratto finale della strada, quello tra via Cimabue e Piazza Beccaria dove "il compromesso" approvato per accontentare i commercianti ha mostrato tutti i suoi limiti.

L'era post pandemia sta solo dilatando la criticità con la moltiplicazione di tavolini e sedie che tagliano ancora posti auto e moto trasformando il tratto finale della via in un continuo di dehor, sedie e tavoli con doppia fila a destra e sinistra di auto che trasforma anche Piazza Beccaria in un parcheggio selvaggio con un inbuto che bloccaa la circolazione, la svolta in via Scialoia e spesso del tutto il transito.

Tutto questo inoltre in barba e al buon diritto dei residenti che si sono visti sottrarre altri posti auto e accanto a tre parcheggi pubblici di oltre 200 posti cadauno, spesso desolatamente vuoti: Alberti, Beccaria e Murate.

A completare il caos e il blocco stradale molto frequentemente l'allegra abitudine dei ciclisti di percorrere tutta la stretta via in contromano alla faccia dei pedoni e delle minime regole di circolazione.












Lascia il tuo commento
commenti