OK!Firenze

Protezione Civile - Il bilancio della PA Bouturlin di Barberino

Oltre 1800 ore prestate dai volontari durante le emergenze, in un proficuo lavoro di coordinamento e collaborazione con Comune ed Istituzioni

  • 187
volontari volontari © Bouturlin
Font +:
Stampa Commenta

Il volontariato rappresenta una delle componenti più vitali del sistema italiano di protezione civile. Una risorsa straordinaria in termini di competenze e capacità operativa che conta oltre 4 mila organizzazioni in tutta Italia. L’Associazione di P.A. Maria Bouturlin è una di queste: espressione di uno specifico ambito territoriale, il settore di Protezione Civile dell’Associazione lavora al fianco delle Istituzioni prestando soccorso e assistenza in situazioni di emergenza. Nel corso dell’anno 2023 il Gruppo di Protezione Civile e antincendio boschivo della Pubblica Assistenza Maria Bouturlin ved. Din O.d.V.  ha svolto in totale 47 interventi per un totale di 1.887 ore prestate dai volontari e 675 ore di impego dei mezzi.

Il maggior numero di interventi sul totale riguarda proprio la Protezione Civile, in cui sono compresi i servizi di spargimento sale effettuati in convenzione con il Comune di Barberino e alcuni servizi di ricerca persone svolti con il Gruppo Cinofili.

Nel corso dell’anno il territorio mugellano è stato interessato da diverse calamità naturali, a cominciare dall’alluvione del mese di maggio in Alto Mugello e Romagna, per continuare con il terremoto di Marradi del mese di settembre e terminare con l’alluvione di Barberino e della Piana Fiorentina del mese di novembre scorso. In tutte queste occasioni, i volontari della P.A. Bouturlin sono intervenuti in attivazione con la Colonna Mobile Regionale ed in sinergia con i Comuni e le altre Associazioni.

“I rami di Protezione Civile delle associazioni di Volontariato sono un vero e proprio fiore all’occhiello del nostro paese, commenta il Presidente della P.A. Maria Bouturlin Stefano Galanti, ciascuno con la propria identità e le proprie specializzazioni, sono strutture in grado di attivarsi in tempi brevissimi in caso di bisogno. Volontari organizzati, formati e preparati. In tutti i momenti di emergenza durante i quali siamo stati chiamati ad intervenire, continua Galanti, mi preme e mi fa piacere sottolineare di quanto si sia riusciti, con la collaborazione di tutti, a trovare sinergie, condivisione di intenti ed un grandissimo spirito di collaborazione che ha permesso di dare risposte celeri alle richieste di aiuto. Un grazie ai nostri infaticabili volontari, organizzati e coordinati dal Vice-Presidente Fabrizio Salucci, ed un grazie alle Istituzioni, per il ruolo che svolgono nel valorizzare il volontariato come espressione della cittadinanza attiva”.

Lascia un commento
stai rispondendo a