OK!Firenze

Dicomanocheverrà - Il piano di classificazione acustica, testimonia lo scempio dell'impianto eolico

Da un livello 1 di rumore (area particolarmente protetta) passerà a un livello 5 (area prevalentemente industriale).

Abbonati subito
  • 1
  • 659
Eolico Mugello Eolico Mugello © n.c.
Font +:
Stampa Commenta

Il comune di Dicomano nel consiglio del 12 settembre ha portato in approvazione l'aggiornamento del piano comunale di classificazione acustica variato a seguito dell'autorizzazione del nuovo impianto monte giogo di Villore Corella. A fronte delle variazioni recepite dal Consiglio con il voto favorevole del Pd e voto contrario di Dicomanochevverà, la zona del crinale Giogo di Villore Corella dove dovrebbero essere impiantate i 7 aero generatori dell’impianto eolico industriale, da un livello 1 di rumore (area particolarmente protetta) passerà a un livello 5 (area prevalentemente industriale).

"Quindi il crinale Giogo di Villore avrà un rumore come quello di un'area industriale e non piu' quello tipico di un'area dalla quale passa il sentiero 00, prossima alla valle dell'Acqua Cheta e e al Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi " “D’altronde” è stato affermato in Consiglio dal primo cittadino “la prima casa è a oltre 1 Km di distanza e non possiamo certo preoccuparci delle libellule!" ignorando completamente tutti gli effetti negativi che anche a causa del rumore subira' tutto l'ecosistema di quella zona.

"Un altro passo che dimostra la volontà politica del Pd che fino a oggi non si è mai mostrato capace di una riflessione e di una strategia sulle energie rinnovabili, di essere disposto, in nome dell'emergenza energetica, a compromettere in modo irreversibile il territorio. Ma questa rappresenta veramente una soluzione? O è solo uno specchietto per le allodole e un grande affare per aziende che fanno solo il proprio interesse? Questo impianto non porterà alcun beneficio nè ai cittadini di Dicomanohe che anzi pagheranno un prezzo altissimo " continua il comunicato di Dicomanocheverrà  "nè alla lotta al cambiamento climatico causata principalmente dalla cementificazione e dal consumo di suolo.

Non solo ma l'esperienza di quanto accaduto fino a oggi agli impianti eolici del Sud Italia spesso fermi, con un territorio oramai compromesso e purtroppo anche al centro di spiacevoli vicende avrebbe dovuto far riflettere su certe scelte. Pertanto ci fanno ancora piu' sorridere i comunicati del Sindaco di Dicomano nonchè Presidente dell'Unione del Mugello sulla valorizzazione della sentieristica: forse quando ha fatto quelle dichiarazioni pensava ad un altro territorio!" 

Lascia un commento
stai rispondendo a

Commenti 1
  • Luca Vitali

    sono anni che avvisamo la popolazione che questo impianto segnerà la fine del pregio ambientale del Mugello. QUesto Questo è l'inizio,il bello deve ancora venire ... andate a vedere i cantieri sopra villore che stanno sventrando la montagna - se vi lasciano entrare, ovviamente.

    rispondi a Luca Vitali
    gio 14 settembre 2023 04:53