OK!Firenze

Giannelli - I ritardi dei treni creano un danno esistenziale che va adeguatamente risarcito

Lo ha sancito la Corte di Cassazione

Abbonati subito
  • 131
Giannelli Giannelli © NN
Font +:
Stampa Commenta

Firenze, 19 ottobre 2023 - La Corte di Cassazione ha emesso una sentenza che potrebbe cambiare il panorama per i pendolari ferroviari in Toscana, aprendo la strada a un nuovo livello di tutela e risarcimento per i disagi subiti a causa dei ritardi dei treni. La decisione è stata presa in seguito a un caso emblematico che coinvolge pendolari rimasti bloccati sulla tratta Roma-Cassino per ben 24 ore, senza accesso al cibo o al necessario sostentamento.

Giampaolo Giannelli, membro dell'assemblea regionale di Anci Toscana e capogruppo del centrodestra a Dicomano, ha commentato questa decisione storica sottolineando il suo significato. Ha dichiarato:

"I ritardi dei treni creano un danno esistenziale che va adeguatamente risarcito. Lo ha sancito la Corte di Cassazione con una sentenza che riguarda il caso dei pendolari rimasti per 24 ore sulla Roma-Cassino senza cibo. Una giornata importante, una sentenza storica, che apre un precedente importante per la tutela dei pendolari della Toscana."

"E ancora secondo la Cassazione - continua Giannelli - la sanzione può essere estesa ai casi meno gravi. Soprattutto quando i rallentamenti sono prevedibili e le Ferrovie dello Stato avvisano gli utenti e non si preoccupano di alleggerirne il peso."

"I tempi sono maturi - conclude Giannelli - affinchè i pendolari non siano più costretti a sopportare impuneente le vessazioni da parte di Trenitalia. Occorre quindi modificare il contratto di servizio tra Trenitalia e regione Toscana, inserendo tutele adeguate e specifiche  per chi viaggia, non come accaduto finora."

 

Lascia un commento
stai rispondendo a