OK!Firenze

Giornata europea per la sanità pubblica - Film e dibattito a Scarperia

Unmomento di dibattito e confronto sulla situazione della sanità pubblica locale

Abbonati subito
  • 141
il 6 aprile 2023 alle ore 21:00
Ospedale del Mugello Ospedale del Mugello © OK Mugello
Font +:
Stampa Commenta

Lunghe liste di attesa, attività specialistiche sempre più carenti, difficoltà ad accedere alla sanità territoriale, pochi medici di base con ben oltre 1500 assistiti, è questa la realtà con la quale i cittadini e le cittadine mugellane si trovano sempre più spesso a dover fare i conti. Per questo e per fare luce sui ritardi nella partenza dei lavori di adeguamento sismico dell’Ospedale del Mugello, in vista della giornata europea di mobilitazione per la sanità pubblica del 7 Aprile, il PRC Mugello con il gruppo Mugello in Comune, di cui fanno parte i gruppi consiliari LiberaMente a Sinistra, del comune di Scarperia e San Piero, Borgo in Comune, del comune di Borgo San Lorenzo, Ora! Barberino, del comune di Barberino di Mugello e Officina 19 del comune di Vicchio di Mugello;  invitano alla proiezione del film 

“C’era una volta in Italia, Giacarta stà arrivando”,  al cinema Garibaldi di Scarperia il 6 Aprile alle 21, 

al quale seguirà un dibattito.

Si parlerà di come siamo arrivati all’attuale situazione sanitaria, riducendo risorse umane e strutturali, tagliando l’offerta pubblica di servizi, provocando lo scandaloso allungamento delle liste d’attesa e favorendo l’espansione dell’offerta privata e di come poter proteggere il nostro sistema sanitario pubblico dalle politiche di depotenziamento e esternalizzazioni, che stanno minando l’offerta e allungando le liste di attesa, così come delle problematiche determinate dal numero chiuso nelle università per le professioni che afferiscono alla facoltà di medicina e del mancato investimento in assunzioni stabili in sanità.

Gli organizzatori ribadiscono che il sistema pubblico garantisca la presa in carico dei bisogni delle persone, come poter fare per avere tutto questo lo capiremo insieme.

 

Lascia un commento
stai rispondendo a