OK!Firenze

MALTEMPO - Campi Bisenzio sott'acqua, due morti a Montemurlo di Prato

L'aggiornamento da tutti i fronti (galleria fotografica)

  • 278
Intervento in corso Intervento in corso © Vigili del Fuoco
Font +:
Stampa Commenta

Dopo una notte drammatica il risveglio all'alba svela uno scenario di fango in molte zone della fascia compresa fra Pistoia, Prato e Firenze. Drammatica la situazione a Campi Bisenzio dove il fiume è esondato in centro.

L'aggiornamento alle 8.00 di fiumi e torrenti di stamani parla di rotture sul Bisenzio a Santa Maria a Campi, sul Marina a Villa Montalvo, sul Fosso Reale, sull’Agna a Montale, del Senio a Palazzuolo, sulla Stella a Casini di Quarrata, sul Bardena e sul torrente Iolo.

Livelli in calo su Ombrone Pistoiese e Bisenzio ma la situazione è ancora molta critica. Situazione Arno: La piena è attesa a Firenze dopo le ore 12 con un colmo di piena a cavallo del primo livello di guardia. Al momento sta transitando il colmo di piena sulla Sieve oltre i 300mc/secondo. Sta transitando anche la piena sul Serchio a 1000mc/secondo.

Proseguono incessantemente da tutta la notte i salvataggi dalle abitazioni e dalle strade che sono invase dall’acqua a Campi Bisenzio dov'è la situazione più critica. 

Oltre al personale del comando di Firenze con squadre di sommozzatori, soccorritori fluviali e quelli inviati dai comandi più vicini, sono giunti rinforzi da Biella e dalle Regioni della Basilicata, Puglia e Calabria. Continuano senza sosta gli interventi lungo tutta la notte e assistenza alla popolazione.

Attive anche tutte le strutture del sistema regionale. In questo momento migliaia di persone tra operatori, volontari, tecnici, personale dei Comuni, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco stanno intervenendo sui numerosi fronti in Toscana. 

Dopo l'unità di crisi dell'alba il Presidente Giani riferisce di oltre mille interventi a Campi Bisenzio, Cerreto Guidi, Carmignano, Prato, Montemurlo, Quarrata, province di Pisa e Livorno.

Enel sta intervenendo sulle circa 40.000 utenze ancora senza corrente anche con gruppi elettrogeni. Risolti i problemi di accesso all’ospedale di Pontedera, in via di risoluzione all’ospedale di Borgo San Lorenzo e al Pronto Soccorso di Prato.

Purtroppo il maltempo non da tregua, raffiche di vento fino a 100-120 km/h su Appennino, 80-100 km/h sulla costa. Alla boa di Gorgona mare a 3,5 metri.

Lascia un commento
stai rispondendo a